Rompe i sigilli e riapre il box all’interno del Maas: arrestato imprenditore “vicino ai Santapaola”

In manette Ferdinando Vinciguerra: "Ha minacciato con metodi mafiosi l'amministratore giudiziario"

PATERNO’ – I carabinieri di Paternò hanno arrestato Ferdinando Vinciguerra, pregiudicato di 43 anni ritenuto vicino al clan Santapaola -Ercolano e già condannato per ricettazione e rapina, oltre ad essere imputato per un’estorsione aggravata ai danni dell’ imprenditore Tomasich.

E’ accusato di aver minacciato con metodi mafiosi l’avvocato Giuseppe Maria Fallica, amministratore giudiziario del tribunale etneo, per costringerlo a non eseguire il provvedimento di sospensione e chiusura della “Quattro Stagioni s.r.l.”, azienda del Vinciguerra che opera nel mercato ortofrutticolo del Maas di Catania.

Il tribunale di prevenzione etneo aveva già confiscato, lo scorso 1 dicembre, numerosi beni riconducibili a Vinciguerra. Tra queste anche la “Quattro Stagioni srl”,  che il tribunale aveva deciso di chiudere perchè “ingestibile e incontrollabile”. Vinciguerra in numerose occasioni ha violato i sigilli riappropriandosi con violenza del box confiscato, continuando illegalmente l’attività ormai gestita dal Tribunale di prevenzione.

Per questo Vinciguerra è  stato nuovamente denunciato, in stato di libertà, per i reati di violazioni dei sigilli e di violazione di un provvedimento emesso dall’Autorità Giudiziaria, reati commessi avvalendosi del “metodo mafioso”.

Ieri, invece, i carabinieri di Paternò hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip. Il pregiudicato è stato rinchiuso nel carcere di Bicocca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *