Noi con Salvini agli alleati: “Stop ai teatrini sulle poltrone”

Dopo la polemica a distanza tra Musumeci e Miccichè sul ‘listino’, il monito della formazione guidata da Angelo Attaguile: “Fin quando non si parlerà di programmi, la nostra presenza nella coalizione rimarrà esclusivamente di natura elettorale”

PALERMO – “Fin quando non si parlerà di programmi e non avremo la certezza di un sincero e concreto rinnovamento della classe dirigente il nostro accordo con la coalizione resterà di natura squisitamente elettorale. Pieno sostegno a Nello Musumeci, quindi, nei confronti del quale nutriamo fiducia e stima, ma non vogliamo avere niente a che spartire con i soliti personaggi che hanno messo in ginocchio la nostra terra”.
E’ la dura nota dei vertici di Noi con Salvini sulla situazione della coalizione di centrodestra siciliano, alla vigilia della presentazione della liste agitata dal duro botta e risposta tra il candidato alla presidenza e il commissario regionale di Forza Italia, Gianfranco Miccichè, sulla paventata esclusione Gaetano Armao, vice presidente designato, dal cosiddetto ‘listino’.
A scrivere sono Angelo Attaguile, segretario nazionale di Noi con Salvini, Alessandro Pagano e Carmelo Lo Monte, che sulla guerra per bande in corso nella coalizione spendono parole nette: “E’ davvero vergognoso lo spettacolo che qualcuno sta offrendo agli elettori in questi giorni, a loro non interessa il programma di governo, ma sono disponibili a stare nella coalizione soltanto se ottengono il posto nel listino o un incarico di governo. I siciliani  non ci vedranno mai mercanteggiare con coloro che sono pronti a riciclarsi in nome del finto cambiamento affinché tutto rimanga così com’è. Per questi motivi ribadiamo il nostro appoggio al candidato governatore Nello Musumeci, ma con un accordo di natura elettorale in virtù del quale ci asterremo da incarichi di governo fin quando non si aprirà un serio dibattito sul programma e sulle persone chiamate a ricoprire i ruoli chiave per attuarlo”.
“Noi abbiamo lavorato seriamente per mettere in campo persone competenti e pulite, con molti volti nuovi – concludono il vertici del Movimento, che presentano una lista insieme a Fratelli d’Italia – e adesso ci aspettiamo altrettanto dal resto della coalizione. Vorremmo, come abbiamo sostenuto più volte, che il Codice etico adottato dalla Commissione nazionale Antimafia fosse preso come riferimento da tutti i partiti della coalizione nella scelta dei vari candidati”.

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *