Sammartino e la riunione elettorale (vietata) con gli anziani

Il Regolamento dei centri d’incontro, approvato dal Consiglio Comunale nel febbraio 2013, parla chiaro. L’incontro elettorale con il deputato tenutosi il 29 ottobre scorso nella struttura di Lineri non avrebbe potuto svolgersi

MISTERBIANCO (CATANIA) – “E’ vietata qualsiasi forma di propaganda politica all’interno del Centro e/o iniziative di esponenti di singole forze politiche”.

Il Regolamento dei “Centri incontro anziani” del Comune di Misterbianco, approvato dal Consiglio Comunale nel febbraio 2013, parla chiaro. L’incontro elettorale tenutosi il 29 ottobre scorso nella struttura di  Lineri – alla presenza del candidato al’ARS Luca Sammartino, del consigliere misterbianchese Riccardo La Spina e del vicesindaco di Catania Marco Consoli – non avrebbe potuto tenersi. Nei centri anziani del Comune etneo è vietato fare propaganda politica. Ma l’onorevole catanese, che alle elezioni del 5 novembre ha raccolto un plebiscito di oltre 32.000 voti (2.000 dei quali proprio a Misterbianco) non sembra essersene preoccupato.

La vicenda è quella sollevata nelle scorse ore da Tribù. In una foto pubblicata su Facebook, Sammartino è immortalato mentre brandisce un microfono spiegando ad alcuni cittadini-elettori perché dovrebbero votarlo. La platea a cui si rivolge il candidato all’ARS è proprio quella del centro anziani di Lineri, uno dei cinque presenti nel Comune etneo, frequentato da oltre un centinaio di vecchietti. E’ il 29 ottobre, manca ancora qualche giorno alle elezioni che consacreranno Sammartino come il più votato di sempre. E alle successive polemiche sulla casa di cura di Sant’Agata Li Battiati, nella quale un’anziana interdetta sarebbe stata fatta votare senza l’autorizzazione dei familiari. Secondo il figlio della donna, il voto sarebbe stato indirizzato proprio a Sammartino. Sulla vicenda indaga la Procura di Catania, che ipotizza i reati di corruzione e falso.

Nel fascicolo non compaiono al momento indagati. Era stato il proprietario della casa di cura di Battiati a confermare alla stampa di avere ospitato un incontro elettorale con il candidato del PD. Che nel seggio in questione risulta il più votato dei candidati all’Assemblea Regionale Siciliana. Ma Sammartino avrebbe cercato voti anche in altre strutture per la terza età. Come il centro anziani di Lineri, appunto, un bacino di voti non indifferente vista la quantità di “nonnetti” che lo frequentano. Peccato che la propaganda politica sia espressamente vietata dal Regolamento del Comune di Misterbianco. Nei cui locali è ospitata la struttura per anziani, presso la quale Sammartino si è recato in campagna elettorale.

Poteva il candidato non sapere, considerata anche la presenza di un componente dell’assise civica misterbianchese? Non lo sappiamo. Quel che è certo è che  quella riunione ha violato il Regolamento dei “Centri incontro anziani”. Anche questo episodio va messo agli atti di questa poco edificante campagna elettorale. 

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *