Sciacca, a 13 anni costretta a prostituirsi in un ovile con romeni. Arrestato 61enne

Un grave caso di violenza sessuale su una ragazzina minorenne è stato scoperto nelle scorse ore dai Carabinieri di Sciacca

Sciacca

AGRIGENTO – Un grave caso di violenza sessuale è stato scoperto nelle scorse ore dai Carabinieri di Sciacca. Un allevatore sessantunenne di Gibellina, P. C., è stato beccato in piena notte dagli uomini dell’Arma mentre guidava la sua macchina accompagnato da una bimba di tredici anni. Fermato dai militari, l’uomo ha giustificato la presenza della minore inventando un’inesistente parentela. 

Ma il racconto non ha convinto i Carabinieri, che accertati diversi precedenti penali a carico dell’uomo hanno deciso di approfondire il controllo, portando alla luce una vicenda agghiacciante. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, infatti, l’allevatore aveva poco prima accompagnato la minorenne nel suo ovile, dove la bimba sarebbe stata fatta prostituire con altri soggetti di nazionalità romena.

Sulla vicenda sono in corso delicate e riservate indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Sciacca. Nell’ambito delle stesse sono stati svolti nel corso del fine settimana diversi interrogatori, al termine dei quali l’allevatore è stato tratto in arresto dai carabinieri di Sciacca. La Procura di Sciacca ha chiesto la convalida e l’applicazione della custodia in carcere che è stata disposta dal GIP. La ragazzina è stata affidata ad una struttura di accoglienza, dove sarà seguita da un team di specialisti. 

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *