Si rifornivano di droga a Catania e la rivendevano nel ragusano

I carabinieri smantellano una rete di pusher. In manette tre modicani e un catanese (FOTO) 

MODICA (RAGUSA) – Si rifornivano di cocaina e marijuana a Catania per poi rivendere la droga al dettaglio sulle piazze di Modica e Scicli, nel ragusano. Una rete di spacciatori è stata sgominata dai Carabinieri della Città della Contea, che hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare del GIP del Tribunale di Ragusa,  Andrea Reale, su richiesta del PM Gaetano Scollo, nei confronti di quattro pregiudicati. 

Gli arrestati sono Roberto Bellaera, di 33 anni, muratore, Michele Ereddia, di 37, disoccupato, e Antonio Giordanella, di 47, muratore, tutti e tre di Modica, Michele Fichera, di 51, disoccupato, di Catania. A carico dei quattro, i carabinieri hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza per il reato di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Tutto è nato da un’indagine nei confronti di Ereddia che aveva speso della banconote false. Nel corso di pedinamenti e di intercettazioni, i carabinieri hanno scoperto un giro di droga e iniziato a monitorare i numerosi viaggi fuori provincia dell’uomo, anche di breve durata, e  i contatti con pregiudicati. Le indagini, che si sono protratte da mese di gennaio a settembre 2016, hanno permesso di raccogliere le prove che quei viaggi erano finalizzati all’approvvigionamento della droga ma anche alla cessione di dosi che venivano consegnate a domicilio.

Durante le indagini, i carabinieri hanno sequestrato 110 grammi di marijuana, 720 di hashish e 5  di cocaina, ceduti in più occasioni da alcuni degli indagati. Il canale di approvvigionamento delle sostanze stupefacenti, come detto, si trovava a Catania, dove  era Michele Fichera a provvedere a fornire la droga alla banda di spacciatori. 

Antonio Giordanella Roberto Bellaera Michele Ereddia Michele Fichera
<
>
Antonio Giordanella

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *