Sondaggio SWG, Bianco batte tutti. 6 catanesi su 10 non seguono la politica

Secondo la rilevazione dell’istituto demoscopico oltre la metà dei catanesi non sarebbe informata sui fatti della propria città

SWG

CATANIA – Sei catanesi su dieci non sono informati sui fatti della propria città. E rispondono “poco” o “molto poco” alla domanda: “Lei in che misura direbbe di essere informato sui fatti, anche politici, che riguardano il Comune di Catania?”. C’è anche questo nel sondaggio della SWG diffuso nelle scorse ore dall’Amministrazione catanese, nel quale il sindaco Enzo Bianco emerge come miglior candidato assoluto per le Amministrative del 2018, “staccando” nettamente gli avversari più accreditati.

Secondo l’istituto demoscopico, il sindaco in carica non temerebbe un confronto diretto con l’europarlamentare di Forza Italia Salvo Pogliese (battuto con il 66 a 34%), né del candidato teorico del Movimento Cinque Stelle (54 a 46%). Superato anche il professor Maurizio Caserta (70 a 30%) e l’esponente della sinistra radicale Matteo Iannitti (77 a 23%). Nel campo di centrosinistra anche la Bianco batterebbe anche l’europarlamentare Michela Giuffrida (67 a 33%).

Ma l’istituto demoscopico ha rivolto agli intervistati anche altre domande. Tra cui quella sulle realizzazioni maggiormente gradite della Giunta Bianco. Il 33% degli intervistati si dice entusiasta dell’apertura di nuove fermate della metropolitana, mentre il 21% ricorda il Lungomare Liberato, la pedonalizzazione della passeggiata marittima catanese in diverse domeniche dell’anno. Seguono la pista ciclabile sempre al Lungomare (21%), l’incremento delle presenze turistiche (12%), la realizzazione della rete per internet veloce (12%) e la raccolta rifiuti porta a porta (11%). Ma ancora i catanesi si dicono soddisfatti dell’apertura del porto alla città (8%), dell’imminente avvio della riqualificazione di Corso dei Martiri (6%), delle scuole superiori a Librino (5%), dell’accoglienza ai migranti (4%), della reputazione della città (2%) e del recupero di risorse per investimenti a Catania (1%).

Ma la rilevazione dell’Istituto SWG rileva anche il rapporto con l’Amministrazione precedente a quella guidata da Enzo Bianco. Alla domanda su quanto abbia gradito il lavoro della Giunta Stancanelli soltanto il 5% risponde “molto” e il 19% “abbastanza”. Per il 48% l’amministrazione precedente è stata poco gradita mentre il 28% afferma di non averla apprezzata “per nulla”. Complessivamente il 22% ricorda positivamente le amministrazione del centrodestra, mentre il 78% non ne ha un un buon ricordo. De relato, il 42% degli intervistati pensa che Catania sia migliorata nel passaggio di consegne tra Stancanelli a Bianco, il 38% ritiene che la città sia rimasta uguale mentre per il 20% sarebbe peggiorata.

Se al voto si presentassero i nomi indicati sopra, infine, l’istituto demoscopico fotografa questo risultato. Il sindaco in carica si attesterebbe primo con il 43% dei voti, seguito dall’ipotetico candidato del M5s al 32% e dall’esponente di Forza Italia Salvo Pogliese avrebbe il 14%. Lontano dal podio Maurizio Caserta, fermo all’8%, mentre il leader di Catania Bene Comune Matteo Iannitti raggiungerebbe il 3%. Non classificata Michela Giuffrida, per la quale l’istituto SWG non ritiene probabile una candidatura con la presenza in campo di Enzo Bianco.

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *