Spacciatori, rapinatori ed evasi: 6 arresti dei Carabinieri

Ha prodotto importanti risultati l’attività di controllo del territorio svolta nelle ultime ore dai Carabinieri nel capoluogo etneo e nell’hinterland catanese

CATANIA – Ha prodotto importanti risultati l’attività di controllo del territorio svolta nelle ultime ore dai Carabinieri nel capoluogo etneo e nell’hinterland catanese. Un doppio arresto è stato eseguito ieri sera al Villaggio Sant’Agata, dove gli uomini della Compagnia di Catania-Fontanarossa hanno colto in flagranza di reato Gaetano Sebastiano Grasso, 27 anni, e Salvatore Lanzafame, 37 anni, impegnati a cedere alcune bustine in cambio di danaro. Immediato l’intervento dei militari, che hanno bloccato e perquisito i due trovandoli in possesso di 50 grammi di marijuana già suddivisa i dosi, e di 140 euro in banconote di piccolo taglio, cifra che sarebbe il frutto della vendita degli stupefacenti. Droga e denari sono stati sequestrati mentre per Grasso e Lanzafame è scattato l’arresto in attesa del giudizio per direttissima.

<
>

Sempre a Catania i Carabinieri del Nucleo Operativo Piazza Dante hanno arrestato per evasione Domenico Calogero, 64 anni, sottoposto  agli arresti domiciliari. Peccato che l’individuo si trovasse fuori casa violando così tutte le prescrizioni cautelari a suo carico. Gli uomini dell’Arma, impegnati in un pattugliamento a San Cristoforo, hanno infatti colto Calogero in flagranza di reato, mentre si trovava in via Cordai insieme ad altri individui riconosciuti in seguito come pregiudicati. L’uomo è stato bloccato dai Carabinieri che hanno provveduto a riportalo ai domiciliari. 

Nell’hinterland catanese i Carabinieri della Tenenza di Mascalucia hanno arrestato Salvatore Rapisarda – 21 anni, di Belpasso, già ai domiciliari – eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Catania. Il GIP, su richiesta della Procura che ha condotto le indagini insieme ai Carabinieri, ha ritenuto l’uomo responsabile di rapina aggravata in concorso. Rapisarda è accusato di aver rapinato un distributore di carburanti di Sant’Agata Li Battiati insieme a due complici. I fatti risalgono allo scorso 25 aprile. L’Autorità Giudiziaria ha confermato i domiciliari per Rapisarda in attesa del processo.

Arrestato a Biancavilla Placido Galvagno, 19 anni, per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio. I Carabinieri della Stazione di Biancavilla hanno colto il giovane in flagranza di reato mentre cedeva una bustina ad un cliente in via Gemma, prelevandola da una botola per l’acqua sul selciato. L’uomo è stato bloccato e perquisito dai militari, che lo hanno trovato in possesso di 20 grammi di marijuana suddivisa in 10 dosi, e di 50 euro in banconote di piccolo taglio ritenuti provento dello spaccio. Controllando la botola gli uomini dell’Arma hanno trovato anche una pistola semiautomatica a salve con 15 colpi già caricati e una confezione di 50 cartucce cal. 8 mm. Trovati anche altri 17 grammi di marijuana suddivisa in 21 dosi. Il tutto è stato sequestrato mentre Galvagno è stato posto ai domiciliari in attesa del giudizio per direttissima. Segnalato alla Prefettura anche l’acquirente della droga. 

Un intervento si è svolto anche a Ramacca, dove i Carabinieri della locale Stazione, insieme alla Polizia Municipale, hanno arrestato Francesco Oglialoro, 32 anni. Ieri mattina il soggetto – già Sorvegliato Speciale di Pubblica Sicurezza – si era introdotto all’interno degli uffici del Comune di Ramacca portando via un orologio, una spilla d’oro e 20 euro in contanti. Notato dalla Municipale, l’uomo è stato bloccato dall’intervento delle Forze dell’Ordine. Perquisito, è stato trovato in possesso di un coltello. Il bottino è stato recuperato e restituito ai proprietari, mentre l’uomo è stato condotto nel carcere di piazza Lanza.

1

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *