Strangola il figlio dopo lite, orrore ad Alimena

Era ubriaco e stava picchiando selvaggiamente i figli. Suo padre l’ha strangolato

ALIMENA (PA) – Era ubriaco e stava picchiando selvaggiamente i figli. Suo padre l’ha strangolato.

Non ci sarebbero, dunque, problemi economici all’origine dell’azione di Antonino Alù, 61 anni, che ha ucciso il figlio Giuseppe.

Il 41enne è stato ucciso tra le mura familiari ad Alimena. La vittima, si trovava agli arresti domiciliari perché coinvolto in un’indagine sullo spaccio di droga nelle Madonie. Era uscito per festeggiare la fine della custodia cautelare e, rientrato, a casa, si sarebbe scagliato contro i tre figli piccoli.

I nonni, intervenuti per bloccarlo, l’avrebbero prima legato a una sedia, poi il padre l’avrebbe strangolato con una cinghia.

Ai carabinieri è arrivata una telefonata intorno all’ora di pranzo che segnalava una lite furiosa in casa Alù. I militari, entrati nell’appartamento, hanno trovato trovato Antonino Alù, autista dello scuolabus comunale di Alimena vicino al corpo del figlio già privo di vita. È stata la guardia medica ad accertarne la morte.

Il padre è stato portato in caserma e qui è rimasto in silenzio davanti ai militari, preso dallo sconforto. In paese raccontano della vita difficile di Antonino Alù alle prese con le aggressioni subite da parte del figlio, che negli ultimi tempi era affidato ai servizi sociali del Comune a causa dei suoi precedenti per spaccio di droga.

Le indagini sull’omicidio sono condotte dai carabinieri gruppo di Monreale e coordinate dalla Procura di Termini Imerese.

Articoli correlati

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *