Ecco chi c’è dietro Laspiapress e il suo direttore condannato

Comincerà il 26 febbraio del prossimo anno, di fronte al Tribunale di Cuneo, il processo a carico di Pietro Agen e Ignazio De Luca

Comincerà il 26 febbraio del prossimo anno, di fronte al Tribunale di Cuneo, il processo a carico di Pietro Agen e Ignazio De Luca. Il Presidente della Camera del Sud Est, a lungo ai vertici di Confcommercio Sicilia, è chiamato a rispondere di falso in atto pubblico. Secondo i magistrati cuneesi, avrebbe rilasciato a Ignazio

Strigliata ad Agen&C. Lo Bello: ‘Denunceremo altri falsi’

Dopo l'autoconvocazione di Confcommercio (risoltasi con un nulla di fatto) le associazioni vanno all'attacco. E il numero uno di Unioncamere annuncia altri esposti

Associazioni

A pochi giorni dall’autoconvocazione dei consiglieri di Confcommercio per l’insediamento della Super Camera del Sud-Est – risoltasi con un nulla di fatto e improbabili accuse di fraintendimento nei confronti di qualche giornalista “sciocco”, reo di prendere sul serio i comunicati della cordata – non si spegne l’attenzione sulla vicenda del nuovo Ente e sulla fuga in avanti tentata dalle sigle facenti capo a Pietro Agen

Super Camera di Commercio, il giorno dei falsi

Oggi la cordata di Confcommercio "autoconvoca" i propri consiglieri. La replica delle associazioni Filo diretto tra Pagliaro e Agen: così l'arbitro giocava • L'uomo di Confcommercio chiese il curriculum a Pagliaro

associazioni

CATANIA – “E davvero divertente l’idea della Confcommercio di promuovere una riunione in autoconvocazione, senza averne alcun titolo, per insediare un consiglio che le istituzioni preposte avevano giustamente e prudentemente sospeso. Peccato non potere partecipare a questo incontro conviviale tra vecchi amici. Sarebbe stato, appunto, assai divertente”. E’ un’ironia amara quella scelta delle associazioni (Agci Catania,

L’uomo di Confcommercio chiese curriculum a Pagliaro

Barberi, volto storico dell'associazione, chiese al commissario ad acta della Super Camera "di inviargli il curriculum per un incarico non specificato"

DIRIGENTE

Nella partita per l’accorpamento della Super Camera del Sud Est l’arbitro giocava con una delle due squadre. Alfio Pagliaro, commissario ad acta per il nuovo ente camerale, secondo gli inquirenti che indagano sui falsi non si sarebbe limitato “ad esprimere pareri e considerazioni” ma sarebbe andato oltre, “offrendo suggerimenti a coloro che, di fatto, sono delegati in seno all’organo assembleare”

Filo diretto tra Pagliaro e Agen: così l’arbitro giocava

Secondo quanto rilevato dagli investigatori il commissario ad acta per il nuovo Ente teneva per una delle due squadre. Quella accusata di truccare le carte

AGEN

Un filo diretto tra chi avrebbe dovuto sovrintendere alla procedura di accorpamento della Super Camera del Sud Est ed uno dei candidati alla Presidenza del nuovo Ente. Ovvero tra il commissario ad acta Alfio Pagliaro e l’allora presidente di Confcommercio Sicilia Pietro Agen

Le associazioni contro la Lo Bello: ‘Intervenga Crocetta’

La risposta alla convocazione della Super Camera da parte dell'Assessore alle Attività Produttive LE INTERVISTE

associazioni

Quattro domande all’assessore alle Attività Produttive. E una diffida al Ministero dello Sviluppo Economico e alla Regione Siciliana dal procedere con l’insediamento del Consiglio, chiedendo la verifica di parte terza invocata da mesi. E’ la risposta di una trentina di associazioni di categoria guidate da Confcooperative alla convocazione della Super Camera del Sud Est messa nero su bianco qualche giorno fa da Mariella Lo Bello.

Lo Bello convoca la Super Camera ma scorda i falsi

L'Assessore regionale alle Attività Produttive ha fissato il primo incontro del nuovo Ente camerale. Dimenticando le indagini in corso sui falsi da parte della magistratura

falsi

L’ultima parola l’avrebbe il Ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda, ma intanto la Super Camera del Sud Est – l’Ente che dovrebbe raccogliere le Camere di Commercio di Catania, Ragusa e Siracusa – è ufficialmente convocata.

Confcommercio Sicilia, chieste le dimissioni di Agen

Un mese fa la richiesta di cinque Presidenti provinciali della confederazione. La replica: "Manovra elettorale, nessuna tensione"

AGEN

“L’ultimo mandato della Presidenza di Confcommercio Sicilia è risultato pressoché fallimentare. Il Presidente Regionale ha puntualmente disatteso ed impedito la realizzazione degli scopi statutari”. A mettere nero su bianco un pesantissimo atto d’accusa nei confronti di Pietro Agen – dal 2008 alla guida della Confcommercio siciliana – sono ben cinque Presidenti di altrettante sedi provinciali della Confederazione. Che agli inizi del mese di giugno hanno preso carta e penna per richiedere la convocazione immediata della Giunta Regionale