Enna, fornitori pagati con assegni scoperti: denunciati due costruttori palermitani

Dopo essersi aggiudicati un appalto da 4 milioni per la realizzazione di uno stabile destinato all’Università Kore avrebbero pagato i materiali con assegni postdatati risultati scoperti

ENNA – Hanno vinto un appalto milionario per costruire uno stabile per conto dell’Università Kore di Enna, ma per realizzarlo solo parzialmente avrebbero pagato i fornitori, tutti ennesi, pagandoli con assegni postdatati risultati poi privi di copertura. Due imprenditori palermitani operanti nel ramo delle costruzioni di edifici civili ed industriali sono stati denunciati alla Procura

Enna, chiede tangente per un appalto: arrestato dirigente Azienda forestale

Inchiesta "Soldi facili" della Guardia di Finanza

Le indagini hanno accertato che il funzionario oltre ad aver indotto un imprenditore a pagare una tangente di circa 20 mila euro, si è appropriato anche di buoni carburante per un valore di circa 11 mila Euro. Indagate altre 3 persone dello stesso ufficio

Asp3: 7 milioni di euro per la manutenzione informatica. E i pronto soccorso chiudono

Un sistema frammentato che inevitabilmente crea uno scenario "opaco"

40 contratti che sommati valgono più dell’appalto principale. Non bastava una mega gara da 3 milioni di euro? Perché frammentare il servizio in una costellazione di contratti?

Appalto Rifiuti, Dusty contro il Comune di Catania

Pronta la risposta dell'amministrazione, D'Agata: "Bando frutto di interlocuzione con ANAC e UREGA"

Dal 15 febbraio, Catania saluterà la contestatissima e travagliata gestione della RTI costituita da IPI e OIKOS e darà il benvenuto alla nuova arrivata. Chi vincerà? Ovviamente non è ancora dato saperlo. Ma non mancano già le polemiche.