M5s all’attacco di Musumeci: “Persona inconsistente, ora realizzi le promesse”

A prendere la parola il capogruppo dei pentastellati a Sala d'Ercole Valentina Zafarana e il vicepresidente dell'ARS Giancarlo Cancelleri

PALERMO – Serata di fuoco ieri all’Assemblea regionale siciliana, con l’esposizione delle linee programmatiche da parte del Presidente Nello Musumeci e gli interventi dei vari gruppi parlamentari. Se il PD ha aperto ad una collaborazione con l’esecutivo sui singoli provvedimenti, un attacco netto è arrivato da parte del Movimento Cinque Stelle. Che non ha esitato a

Caro Presidente, allora ci dica lei cosa scrivere

Il governatore ha individuato il grande male che attanaglia la Sicilia. Ovvero il "giornalismo spazzatura", cioè quello che non piace a lui

PALERMO – Va dato atto al Presidente Nello Musumeci di aver fatto presto a individuare i problemi che zavorrano la Sicilia. La crisi economica accompagnata da un grave deficit? Certo. L‘emergenza rifiuti con il rischio di un black out nella gestione della “monnezza” da qui a pochi mesi? Pure. La necessità di un riassetto istituzionale,

ARS, Musumeci presenta le linee programmatiche L’attacco di De Luca: “Mi dica se vuole il mio voto”

Il Presidente della Regione ha esposto le iniziative che il Governo adotterà per l'isola. Il Capogruppo del Misto rilancia la polemica sugli impresentabili

ARS

PALERMO – Emergenza economica, emergenza dei rifiuti, emergenza istituzionale. Sono un crogiolo di emergenze le dichiarazioni programmatiche rese oggi pomeriggio all’Assemblea regionale siciliana dal Presidente Nello Musumeci. Che ai deputati riuniti in Sala d’Ercole ha esposto le iniziative che il Governo adotterà nei prossimi anni per raddrizzare una situazione che il governatore ha descritto come drammatica.  Ma

Diventerà bellissima o resterà buttanissima?

L'augurio per il Presidente Musumeci è che possa utilizzare il suo potere per il bene dei siciliani, e che sappia contrastare quanti difendono tutt'altri interessi 

Una classifica degli uomini più potenti di Catania, in questo preciso momento storico, non può non iniziare dal neo-eletto Presidente della Regione. Dopo la sconfitta del 2012, con grande pervicacia, Musumeci è riuscito ad imporsi alla guida di una coalizione che lo scorso 5 novembre ha travolto i Cinque Stelle. Come ciò sia avvenuto, con

Tra assessori dimessi e “impresentabili” promossi Settimana di fuoco all’Ars

Polemiche su polemiche, quelle affastellate in settimana dal Parlamento più antico d'Europa, a partire dai maxi-stipendi dei dirigenti

Assemblea

PALERMO – Un Assessore dimesso, un “impresentabile” promosso, un bilancio approvato tra feroci polemiche. Sarà ricordata come la prima settimana di fuoco della nuova Assemblea regionale quella che si è chiusa ieri con l’approvazione dell’esercizio provvisorio. Tra le proteste delle opposizioni – con il Movimento Cinque Stelle e il Partito Democratico proditoriamente uniti – per la gestione

Bufera sulla decisione di Micciché sul numero legale 5 Stelle e PD: “Calpestato regolamento dell’Ars”

Il disegno di legge sul Bilancio provvisorio è passato. Ma in aula è scoppiata la bagarre, l'ennesima di queste intense prime settimane della Legislatura

PALERMO – Che all’ARS sarebbe stata una giornata movimentata lo aveva preannunciato il concerto solista per “ciaramedda” tenuto da Cateno De Luca sullo scranno della presidenza di Sala d’Ercole, “per fare gli auguri ai siciliani e a tutta la Sicilia dal luogo simbolico della sicilianità”. Alla fine, il disegno di legge sul Bilancio provvisorio è passato. Ma

Ars, sui maxi-stipendi dei dirigenti si naviga a vista

Nella mattinata di ieri Musumeci, rispondendo ai cronisti, aveva preso le distanze dal Presidente del Parlamento siciliano Caso Figuccia, dopo un mese Musumeci perde già pezzi

Ars

PALERMO – A pensarci prima si sarebbero risparmiate le dimissioni di un Assessore e la prima “crisi” del Governo Musumeci, ad appena un mese dall’insediamento. Soltanto oggi il Consiglio di Presidenza dell’Ars ha annunciato un “piano B” sui maxi-stipendi di Palazzo dei Normanni, il cui tetto a 240.000 euro, stabilito nella scorsa Legislatura, andrà in scadenza

Musumeci, pioggia di critiche sui maxi-stipendi

Molti cittadini hanno manifestato il loro dissenso sull'abolizione del tetto agli stipendi, tempestando di messaggi la bacheca del Presidente della Regione

PALERMO – #IostoconFiguccia. E’ l’hashtag postato nelle scorse ore sulla bacheca Facebook del Presidente della Regione Nello Musumeci, insieme ai commenti di decine di cittadini inviperiti per le dichiarazioni del Presidente dell’ARS Gianfranco Micciché sui maxi-stipendi di Palazzo dei Normanni. E solidali con l’Assessore cui Rifiuti, dimessosi nella serata di ieri dopo aver polemizzato sulla vicenda. Una

M5s all’attacco dopo le dimissioni di Figuccia: “Musumeci è il Crocetta di centrodestra”

La posizione del Movimento siciliano sulla defezione in Giunta. E sugli stipendi da favola dell’Ars il gruppo promette battaglia

Commissioni

PALERMO – Musumeci come Crocetta. Anzi peggio. È l’attacco del Movimento Cinque Stelle siciliano all’indomani delle dimissioni dell’Assessore ai Rifiuti Vincenzo Figuccia, che ha lasciato la Giunta dopo la polemica natalizia con il Presidente dell’ARS Gianfranco Micciché sugli stipendi d’oro di Palazzo d’Orléans. Una vicenda che ha portato alla prima defezione nel Governo regionale, ad appena

Maxi-stipendi, l’attacco di Corrao a Micciché: “Sue parole disgustose e intollerabili”

Le parole dell'eurodeputato del Movimento Cinque Stelle sulla querelle innescata qualche giorno fa dalle dichiarazioni del Presidente dell'ARS 

MAXI-STIPENDI

PALERMO – Arriva anche la presa di posizione dell’eurodeputato del Movimento Cinque Stelle Ignazio Corrao sulla querelle innescata qualche giorno fa dalle dichiarazioni del Presidente dell’ARS Gianfranco Micciché sull’abolizione del tetto ai maxi-stipendi per i dirigenti dell’ARS a partire dal 1° gennaio 2018. Frasi che avevano innescati aspre polemiche, quelle del numero uno del Parlamento