Catania, sigilli a una clinica veterinaria abusiva

Il titolare, un 53enne, denunciato per esercizio abusivo della professione. Carenze igienico-sanitarie, farmaci scaduti e due dipendenti in nero

CATANIA – Una clinica veterinaria abusiva è stata sequestrata dai poliziotti del Commissariato “Borgo-Ognina” nel quartiere Cibali, a Catania. La struttura è risultata priva di qualsiasi autorizzazione sanitaria e dei minimi requisiti igienico-sanitari. Durante il controllo, a cui ha partecipato anche personale del distretto veterinario dell’Asp 3, all’interno di un frigorifero sono stati rinvenuti anestetici e antibiotici

Amt: “In strada anche i bus con climatizzatore guasto”. Insorgono i sindacati

La decisione dell'Azienda per fronteggiare la carenza di mezzi. Fast Confsal e Faisa Cisal chiedono un'ispezione dell'Asp

amt

CATANIA – La profonda e annosa crisi economica dell’Amt costringe i vertici della Partecipata a raschiare il fondo del barile. E così per non ridurre ulteriormente i mezzi in circolazione, da tempo più che dimezzati, decide di mettere in strada anche i bus con l’impianto di aria condizionata rotto. “Il regolare servizio di trasporto pubblico

Vertenza Sims, l’accusa dei lavoratori: “Asp non vigilò sull’appalto”

L'intervento dell'avvocato Tafuri sulla vicenda dell'ex cooperativa: "Disattesa clausola sul riassorbimento dei lavoratori, Asp responsabile"

sims

“Questa storia ci conferma una cosa: le pubbliche amministrazioni, da qualche tempo a questa parte, sono sempre più timide nel prendere decisioni, anche quando esse riguardano il futuro di intere famiglie”. Ad intervenire sulla vicenda dell’ex cooperativa Sims – tornata al centro delle cronache qualche giorno fa, per la protesta organizzata dai lavoratori sul tetto del Asp di Catania – è l’avvocato Gaetano Tafuri, legale del gruppo di dipendenti da mesi in lotta per la propria situazione lavorativa.

Asp Catania, lavoratori Sims sui tetti: “Istituzioni ci diano risposte”

Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia. I dipendenti dell'ex cooperativa si dicono pronti a continuare la protesta ad oltranza

“Dopo quindici anni di servizio all’Asp oggi ci troviamo in mezzo a una strada, perché qualcuno ha deciso così”. E’ la sintesi della protesta andata in scena questa mattina all’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania, dove quattro lavoratori dell’ex cooperativa Sims – da mesi in lotta per la loro situazione lavorativa – hanno scelto di asserragliarsi sul tetto della sede di via Santa Maria La Grande chiedendo di incontrare le Istituzioni e in particolar modo il Presidente Rosario Crocetta

Chiesto rinvio a giudizio per Angelo Lombardo, indagato per assenteismo

La Procura chiede il processo per il fratello dell'ex governatore e altri 18 indagati

L’accusa, a vario titolo, è di essersi allontanati dal lavoro dopo avere timbrato o di avere affidato il proprio badge a altri colleghi che lo ‘strisciavano’ in loro assenza. Al centro delle indagini accertamenti dei carabinieri del Nas che hanno piazzato delle telecamere davanti all’orologio marcatempo di ingresso e uscita dal lavoro

Asp3: 7 milioni di euro per la manutenzione informatica. E i pronto soccorso chiudono

Un sistema frammentato che inevitabilmente crea uno scenario "opaco"

40 contratti che sommati valgono più dell’appalto principale. Non bastava una mega gara da 3 milioni di euro? Perché frammentare il servizio in una costellazione di contratti?