Truffa all’Ue, una lussuosa villa al posto del B&B già finanziato: immobile sequestrato a Ispica

La ristrutturazione è stata realizzata grazie ad un finanziamento europeo di 200.000 euro per la creazione di una struttura ricettiva che non sarebbe stata mai aperta

ISPICA (RAGUSA) – Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ragusa, su disposizione della Procura Regionale della Corte dei Conti di Palermo, hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro conservativo nei confronti di una società ispicese, operante nel settore ricettivo. Il provvedimento cautelare è l’atto conclusivo di una lunga attività di polizia tributaria e

Piazza Armerina, scoperti 2 B&B abusivi: nascosti ricavi per 100 mila euro

Le Fiamme Gialle hanno accertato anche la mancata comunicazione di avvio attività al Comune

PIAZZA ARMERINA (ENNA) – Due B&B abusivi sono stati scoperti a Piazza Armerina (En) dalla Guardia di Finanza durante una serie di controlli, estesi anche ai comuni limitrofi, per contrastare il fenomeno dell’abusivismo alberghiero.  Una delle due strutture era addirittura priva delle previste autorizzazioni amministrative e di pubblica sicurezza. In corso di quantificazione, inoltre, l’omessa

Isole Eolie, 14 lavoratori in nero e un B&B abusivo

Controlli a tappeto della Guardia di finanza: scoperti redditi non dichiarati per oltre 200 mila euro

MILAZZO (MESSINA) – Quattordici lavoratori “in nero”, un bed & breakfast abusivo e ricavi nascosti al Fisco per oltre 200.000 euro. E’ il bilancio di una serie di controlli dei finanzieri della Compagnia di Milazzo e della Tenenza di Lipari (Me) per contrastare l’economia sommersa e illegale nell’arcipelago eoliano e nelle località balneari della costa mamertina.

Taormina: 9 lavoratori in nero e 3 B&B abusivi: 450 mila euro di ricavi non dichiarati

I controlli della Guardia di Finanza per contrastare l’economia sommersa e illegale

TAORMINA (MESSINA) – Nove lavoratori in nero, tre bed & breakfast abusivi e ricavi per 450 mila euro nascosti al Fisco. E’ il bilancio di una serie di controlli a tappeto effettuati dai finanzieri della Compagnia di Taormina per contrastare l’economia sommersa e illegale nella Perla dello Jonio e nelle località balneari limitrofe. I dipendenti