“Scusa Matteo Messina Denaro, ora è lo Stato il nostro nemico”

La lettera di Bernardo Calasanzio Borsellino, nipote di due vittime della mafia

E’ la storia di due proprietari di un piccolo impianto di calcestruzzi ammazzati dalla mafia agrigentina nel 1992. Ma è anche la storia di uno Stato vigliacco e di un’antimafia “miserabile” che fa solo retorica