L’Istat rivede al ribasso le stime del Pil siciliano: si teme un nuovo buco nei conti della Regione

Secondo l'Istituto di statistica, l'Isola in recessione nel 2015 a -0,1%. L'economia sommersa stimata 14,95 miliardi, con una incidenza del 19,2% sul Pil. I traffici illegali valgono 15 miliardi

PALERMO – I conti della Regione Siciliana potrebbero essere ancora più da sprofondo rosso. All’orizzonte, infatti, fa capolino il concreto rischio di un nuovo buco nel bilancio. Il dipartimento Economia sta infatti valutando l’impatto sul bilancio dell’ultimo bollettino Istat di fine dicembre con i dati definitivi del Pil per il 2015 e 2016 in netto ribasso

Regione, rosso da 6 miliardi: “Per 3 anni niente illusioni”

Il governatore convoca una conferenza stampa per lanciare l'"operazione verità" sulle disastrate finanze regionali. "L'indebitamento è di 8 miliardi e 35 milioni di euro"

PALERMO – L’ha ribattezzata l’”operazione verità” sui disastrati conti della Regione Siciliana. Due giorni dopo la “fotografia” sull’emergenza rifiuti, Nello Musumeci convoca nuovamente la stampa. Stavolta per fornire i dati contenuti del lavoro fatto da una commissione tecnica incaricata dalla giunta di fare chiarezza sullo stato di salute della casse regionali. Al fianco del governatore

Tra assessori dimessi e “impresentabili” promossi Settimana di fuoco all’Ars

Polemiche su polemiche, quelle affastellate in settimana dal Parlamento più antico d'Europa, a partire dai maxi-stipendi dei dirigenti

Assemblea

PALERMO – Un Assessore dimesso, un “impresentabile” promosso, un bilancio approvato tra feroci polemiche. Sarà ricordata come la prima settimana di fuoco della nuova Assemblea regionale quella che si è chiusa ieri con l’approvazione dell’esercizio provvisorio. Tra le proteste delle opposizioni – con il Movimento Cinque Stelle e il Partito Democratico proditoriamente uniti – per la gestione

Bufera sulla decisione di Micciché sul numero legale 5 Stelle e PD: “Calpestato regolamento dell’Ars”

Il disegno di legge sul Bilancio provvisorio è passato. Ma in aula è scoppiata la bagarre, l'ennesima di queste intense prime settimane della Legislatura

PALERMO – Che all’ARS sarebbe stata una giornata movimentata lo aveva preannunciato il concerto solista per “ciaramedda” tenuto da Cateno De Luca sullo scranno della presidenza di Sala d’Ercole, “per fare gli auguri ai siciliani e a tutta la Sicilia dal luogo simbolico della sicilianità”. Alla fine, il disegno di legge sul Bilancio provvisorio è passato. Ma

Ars bloccata sulle Commissioni, rinvio a dopo Natale. M5s: “Tempi risicati per il Bilancio”

La "cavalcata" per riassetto istituzionale dell'ARS, invero piuttosto lenta, si è interrotta oggi sulla definizione delle Commissioni parlamentari. Preoccupazione per il bilancio provvisorio

Commissioni

PALERMO – Tutto rimandato a dopo Natale. La “cavalcata” per il riassetto istituzionale dell’ARS, invero piuttosto lenta, si è interrotta oggi sulla definizione delle Commissioni parlamentari. Nessun accordo tra le forze politiche per la formazione delle stese. Come stabilito dal vicepresidente dell’Assemblea, Roberto Di Mauro, i lavori slitteranno a dopo Natale. A formalizzare l’elenco dei deputati designati per ciascuna commissione, oggi,

Catania, Pignataro nella cabina di regia sul Piano di rientro

L'ex Rettore coadiuverà in qualità di economista gli Assessori e dirigenti incaricati di seguire lo svolgimento del Piano

pignataro

CATANIA – Nell’organismo incaricato di “vigilare” sull’attuazione del Piano di riequilibrio del Comune di Catania ci sarà anche lui. Giacomo Pignataro, già Magnifico Rettore dell’Università etnea dal 2013 al 2016, coadiuverà in qualità di economista gli Assessori e dirigenti incaricati di seguire lo svolgimento del Piano per conto dell’Amministrazione. A dare l’annuncio il sindaco di

Regione, nella relazione del Pg Zingale il fallimento di Baccei

Le principali osservazioni mosse dal Procuratore Zingale sul Bilancio "irregolare" della Regione Siciliana. Il 10 luglio la "risposta" del Governo

Corte dei Conti

Un unicum in settant’anni di storia amministrativa della Regione Siciliana. Basterebbe questo a dare il senso della “bocciatura” del Bilancio 2016 da parte della Corte dei Conti. Ma bisogna immergersi nelle oltre ottanta pagine della requisitoria del Procuratore Generale Pino Zingale per trovare le motivazioni concrete di un atto senza precedenti

Catania, sul piano di rientro botta e risposta tra Andò e Arcidiacono

Botte da orbi sul piano di riequilibro "ricalibrato" lo scorso venerdì. Il vicepresidente del Consiglio chiede un confronto pubblico

Arcidiacono

Botte da orbi sul piano di riequilibro “ricalibrato” lo scorso venerdì. E’ la sintesi del botta-risposta andato in scena in queste ore tra l’Assessore al Bilancio del Comune di Catania Salvo Andò e il vicepresidente del Consiglio Comunale Sebastiano Arcidiacono, sul tema del debito cittadino “spalmato” dall’Amministrazione per i prossimi ventisei anni

Catania, spalmato il debito di 140 milioni: si pagherà fino al 2043

Dal Consiglio comunale via libera alla rimodulazione del Piano di riequilibrio 

debito

CATANIA – Il debito plurimilionario del Comune di Catania sarà ‘spalmato’ in 26 anni anni. Il Consiglio comunale ha dato il via libera alla rimodulazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale. L’assemblea cittadina ha approvato nella notte la delibera che permette di ripianare il disavanzo di amministrazione del 2011 di 140 milioni di euro in 26