Lavoravano in “nero” per un euro l’ora: arrestati i titolari di un’azienda zootecnica del Calatino

In manette due fratelli. Denunciato il padre 81enne. I lavoratori, tutti romeni, erano inoltre costretti a vivere in condizioni disumane, ospitati in un tugurio attiguo a una stalla

CATANIA – Sfruttandone lo stato di estremo bisogno impiegavano cinque lavoratori romeni in nero per oltre 15 ore al giorno, dalle 4 del mattino e 7 giorni su 7, pagandoli circa un euro l’ora. È quanto scoperto dai Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Catania e della Compagnia di Caltagirone, che hanno arrestato in flagranza due

Anziane uccise a Ramacca: “Sgozzate per pagare un debito”

L'assassino avrebbe agito per procurarsi la misera somma di duecento euro. Tanto è costata la vita delle sorelle Lucia e Filippa Mogavero, 70 e 79 anni

RAMACCA (CATANIA) – Passerà ancora del tempo prima che questo paese possa sentirsi di nuovo sicura. L’orrore del duplice omicidio scoperto ieri in pieno centro a Ramacca non si attenua con l’arresto del presunto assassino, un 30enne del luogo pregiudicato per droga che avrebbe agito per procurarsi la misera somma di duecento euro. Tanto è costata

Ioppolo: “Calatino al centro del dibattito o guarderemo altrove”

Il sindaco di Caltagirone interviene nel dibattito sulla gestione della Città Metropolitana

La destituzione delle Province, eliminate in nome del risparmio per far posto ai Liberi consorzi e alle Città metropolitane, ha lasciato un vuoto istituzionale che il rinvio delle elezioni dei Consigli impedisce di colmare. In attesa dell’organo politico, la gestione delle aree metropolitane è in mano ai sindaci dei capoluoghi, Orlando per Palermo, Accorinti per