Da topi d’appartamento a spacciatori: il blitz antidroga tra Caltanissetta e Catania

I dettagli dell’operazione verranno resi noti in mattinata

SAN CATALDO (CALTANISSETTA)  – Dai furti nelle case di San Cataldo allo spaccio di droga in piazza. È la rete illecita scoperta dai Carabinieri nell’operazione “Kitt”. Su ordinanza del GIP di Caltanissetta, questa notte è scattata l’operazione dei militari delle compagnie di San Cataldo, Caltanissetta, Catania Piazza Dante, Catania Fontanarossa e Gravina di Catania con la collaborazione delle unità cinofile

Ucciso perché non volle assumere il boss: fatta luce su caso di “lupara bianca”

L'omicidio di Fortunato Caponnetto, imprenditore agricolo di Paternò

lupara bianca

I carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Catania hanno arrestato quattro presunti appartenenti alla frangia della famiglia Santapaola-Ercolano operante nel territorio di Belpasso capeggiata da Carmelo Aldo Navarria

Omicidio nel palermitano, il padre confessa

La vittima era ai domiciliari per spaccio di droga

Secondo le ricostruzioni degli inquirenti per festeggiare la fine della custodia cautelare e, rientrato, a casa, si sarebbe scagliato contro i tre figli piccoli. I nonni, intervenuti per bloccarlo, l’avrebbero prima legato a una sedia, poi il padre l’avrebbe strangolato con una cinghia

Mafia dei Nebrodi, Addiopizzo: “Plauso a Procura e Carabinieri”

La nota dell'associazione antiracket catanese

CATANIA – “Anche stavolta il nostro plauso va alla Procura di Catania che, con il supporto investigativo del Reparto Operativo Speciale dei Carabinieri e della Compagnia dell’Arma di Santo Stefano di Camastra, ha eseguito una brillante operazione che ha portato all’arresto di 9 persone (tra cui i presunti boss Salvatore Catania e Giovanni Pruiti) che

Strangola il figlio dopo lite, orrore ad Alimena

Era ubriaco e stava picchiando selvaggiamente i figli. Suo padre l'ha strangolato

ALIMENA (PA) – Era ubriaco e stava picchiando selvaggiamente i figli. Suo padre l’ha strangolato. Non ci sarebbero, dunque, problemi economici all’origine dell’azione di Antonino Alù, 61 anni, che ha ucciso il figlio Giuseppe. Il 41enne è stato ucciso tra le mura familiari ad Alimena. La vittima, si trovava agli arresti domiciliari perché coinvolto in