Da Bersani a Cuffaro, chi chiede la scarcerazione di Dell’Utri

A due giorni dalla decisione del Tribunale di Sorveglianza di Roma non si placa il dibattito sulla necessità di un trattamento umano per i detenuti anziani e malati

scarcerazione

ROMA – A due giorni dalla decisione del Tribunale di Sorveglianza di Roma, che giovedì ha respinto la richesta di sospensione della pena per motivi di salute per l’ex senatore Marcello Dell’Utri – 76 anni, in carcere per concorso in associazione mafiosa – non si placa il dibattito sulla possibilità di scarcerazione per i detenuti anziani e malati. Ad intervenire sulla vicenda,

Il caso Dell’Utri e il dramma della malattia in carcere

L'ex senatore e co-fondatore di Forza Italia ha annunciato la sospensione delle tre per protesta contro la decisione dei giudici DA BERSANI A CUFFARO, CHI CHIEDE LA SCARCERAZIONE

ROMA – Il grido di dolore si era levato ieri sulle colonne de Il Tempo: “Giudici, liberate il mio Marcello!”, urlava mattina la signora Miranda Ratti Dell’Utri in una lunga lettera pubblicata dal quotidiano romano. Sullo sfondo la decisione del giudice del Tribunale di Sorveglianza, che ieri pomeriggio ha respinto la richiesta di sospensione della

Dell’Utri, la provocazione di Sansonetti: “Perché non lo fuciliamo?”

Sulla vicenda dell'ex senatore, che sconta una condanna per mafia cui ieri il Tribunale ha negato la sospensione della pena per motivi di salute, è intervenuto anche il direttore de "Il Dubbio" 

Sansonetti

ROMA – Sulla vicenda di Marcello Dell’Utri, ex senatore di Forza Italia che sconta una condanna per mafia cui ieri il Tribunale di Sorveglianza ha negato la sospensione della pena per motivi di salute, è intervenuto anche il direttore de “Il Dubbio” Pietro Sansonetti. Che in un’editoriale pubblicato ieri ha lanciato una provocazione: “Ma allora

Dell’Utri resta in carcere: respinta la richiesta di sospensione della pena per motivi di salute

L'ex senatore, 76 anni, versa in gravi condizioni di salute. Alla cardiopatia e al diabete si è aggiunto anche un tumore

Dell'Utri

ROMA – Resta in carcere l’ex senatore Marcello Dell’Utri, condannato in via definitiva a sette anni per concorso in associazione mafiosa. Il Tribunale di Sorveglianza di Roma ha respinto la richiesta di sospensione della pena presentata dai legali dell’ex parlamentare. Dell’Utri, settantasei anni, versa in precarie condizioni di salute. Alla cardiopatia e al diabete, da

Messina, sparò a due vicini di casa: 53enne dai domiciliari al carcere

In manette Giovanni Tricomi che nel giugno 2013, al culmine di una lite condominiale, nel rione di Sant'Elena, sparò contro due vicini di casa, padre e figlia, ferendoli alle braccia e alla gambe

MESSINA – I militari della Stazione Carabinieri di Messina Giostra hanno arrestato il 53enne Giovanni Tricomi, resosi responsabile nel giugno 2013 del reato di tentato omicidio, in esecuzione di un ordine di carcerazione messo dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina. L’uomo, condannato a 13 anni di reclusione, dopo aver scontato parte della pena

Catturati i tre detenuti evasi, stavano tentando di lasciare Favignana su un gommone

Sono stati individuati nella notte dai carabinieri mentre stavano tentando di rubare un'imbarcazione. Si indaga per individuare il nascondiglio ed eventuali complici degli evasi (FOTO)

  FAVIGNANA (TRAPANI) – Erano riusciti a segare le sbarre e a scappare dal carcere di massima sicurezza di Favignana. Dopo cinque giorni, i tre detenuti evasi sono stati rintracciati nel cuore della notte mentre stavano tentando di rubare un gommone con il quale abbandonare la maggiore delle isole Egadi.  La cattura si deve a

Tre detenuti evasi dal carcere di Favignana

La fuga intorno alle 3 della notte. Tra di loro c'è anche un ergastolano. Capece (Sappe): "Il sistema delle carceri non regge più, è farraginoso"

FAVIGNANA (TRAPANI) – Tre detenuti sono evasi nella notte, intorno alle 3, dal carcere dell’isola di Favignana. La notizia, diffusa sotto forma di indiscrezione dal sindacato autonomo della Polizia penitenziaria Sappe, è stata confermata dalla direzione del carcere. Fra i tre evasi c’è anche un ergastolano, Mario Avolese, condannato per omicidio, originario di Pachino, nel Siracusano.

Bimbo di 13 mesi ucciso da carro attrezzi: va in carcere per omicidio colposo

Paolo Carmelo Restifo deve scontare 3 anni e mezzo di reclusione. Nell'incidente avvenuto dieci anni fa a Sant'Agata di Militello perse la vita Sebastian Rabiej Caioli e rimase gravemente ferita la nonna del bambino

SANT’AGATA DI MILITELLO (MESSINA) – Condannato in via definitiva a 3 anni e mezzo di reclusione va in carcere Paolo Carmelo Restifo, 58enne originario di San Marco d’Alunzio (Me), per il reato di omicidio colposo a seguito di un incidente stradale avvenuto dieci anni fa a Sant’Agata di Militello, in cui perse la vita Sebastian

Catania, due rapinatori arrestati dai Carabinieri

Le manette sono scattate per Pasqualino Napoli, per un colpo commesso nel 2010, e Giuseppe Litrico per una rapina avvenuta nel 2014

CATANIA – Due rapinatori catanesi sono stati arrestati in altrettante operazioni dai carabinieri. I militari della Stazione Catania Playa hanno stretto le manette ai polsi di Pasqualino Napoli, di 25 anni, su ordine di carcerazione emesso dal Tribunale etneo. Il giovane dovrà espiare la pena di 2 anni di reclusione poiché ritenuto colpevole di una rapina

Mafia, il boss Caporrimo torna in carcere

Deve scontare ancora una pena di 4 anni e 7 mesi. E' stato arrestato dai carabinieri del Comando Provinciale di Palermo

PALERMO – Il boss di San Lorenzo Giulio Caporrimo torna in carcere. E’ stato arrestato stamattina dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Palermo. Deve scontare ancora una pena di 4 anni e 7 mesi di reclusione per mafia ed estorsione. Nel febbraio scorso, Caporrimo aveva lasciato la cella del carcere di Parma dove era rinchiuso