Catania, litiga con la convivente e cerca di cavarle gli occhi

In manette un 27enne. La donna ha subito gravi danni ad entrambi gli occhi

CATANIA – Prima l’ha pestata a sangue, poi ha cercato di cavarle gli occhi. E’ successo ieri notte a Catania, in una abitazione di Viale San Teodoro nel quartiere Librino, durante un banale litigio tra conviventi, lui 27, lei 26 anni, che è degenerata scatenando un vero e proprio raptus nell’uomo che si è scagliato anche contro i

Il padre è morto da poco, aggredisce la madre per avere l’eredità

I carabinieri di Catania arrestano un 23enne per tentata estorsione e percosse

CATANIA – Da almeno cinque anni vessava i genitori, compreso il padre malato di sclerosi multipla, con continue richieste di denaro che, se disattese, generavano azioni violente anche alla presenza della sorella minore. Richieste che non si sono fermate neanche alla morte del padre avvenuta pochi giorni fa. Stanche di subire le minacce e le violenze, sono

Antimafia, controllo della DIA in una cava di Priolo Gargallo

Ispezione disposta dal prefetto di Siracusa, Giuseppe Castaldo

PRIOLO GARGALLO (SIRACUSA) – Personale della Direzione Investigativa Antimafia di Catania, su decreto del prefetto di Siracusa, Giuseppe Castaldo, ha eseguito un accesso ispettivo nell’impianto di estrazione operante in una cava situata in contrada Mostringiamo nel comune di Priolo Gargallo, di proprietà della società “L.I.SA. – Lavorazioni inerti Salonia srl”. L’azienda opera nel settore dell’estrazione

Ong, l’allarme di Zuccaro: “Contatti diretti con trafficanti di uomini”

La Procura di Catania ha aperto le indagini da anni. In più di un'occasione il Procuratore ha spiegato che sulla gestione migranti non tutto è come sembra

ong

“Abbiamo evidenze che tra alcune Ong e i trafficanti di uomini che stanno in Libia ci sono contatti diretti. Non sappiamo ancora se e come utilizzare processualmente queste informazioni ma siamo abbastanza certi di ciò che diciamo”. Ad affermarlo, in un’intervista rilasciata ieri a La Stampa, è il Procuratore della Repubblica di Catania Carmelo Zuccaro.

Catania eccellenza nella gestione delle emergenze infettivologiche

Al Garibaldi il convegno “Euromediterraneo su Biocontenimento"

catania

CATANIA – La struttura è attiva da soli due anni, ma l’ospedale Garibaldi di Catania, al pari del Sacco di Milano e dello Spallanzani di Roma, è ormai uno dei poli di riferimento per la gestione delle emergenze infettivologhe. Stiamo parlando della camera di biocontenimento, che serve a ricoverare quei pazienti in arrivo al Pronto soccorso con i sintomi

Micciché frena Musumeci: “Alla Regione tocca a noi”

Alla presentazione dell'organigramma di Forza Italia a Catania il coordinatore azzurro fa il punto sul voto di novembre

Micciché

Un partito radicato sul territorio e con un solido organigramma interno. Un po’ il contrario del “partito leggero” teorizzato da Silvio Berlusconi – “partito di plastica”, dicevano i maligni – ma qui in Sicilia le cose sono cambiate e Forza Italia ne prende atto. Gli azzurri non sono più egemoni, ma si candidano a guidare una coalizione vincente alle Regionali del prossimo autunno

ODA, respinto ricorso Landi: “Statuto inibisce autorità di Gristina”

Il Commissario Straordinario si era rivolto al Tribunale di Catania contro la mancata iscrizione alla Camera di Commercio (IL DECRETO)

Ricorso

La storia infinita dell’ODA si arricchisce di un nuovo capitolo. Il Tribunale di Catania ha infatti rigettato il ricorso presentato dall’avvocato Adolfo Landi – Commissario Straordinario dell’Ente nominato dall’Arcivescovo Salvatore Gristina – al provvedimento della Camera di Commercio che lo scorso 3 aprile aveva rifiutato l’iscrizione del nuovo amministratore al Registro delle Imprese

Perché l’ODA di Catania voleva costruire un cimitero nel Lazio?

L'ente diocesano era interessato a costruire un cimitero a Pontecorvo, in provincia di Frosinone. La precisazione di Alberto Marsella

cimitero

In attesa di scoprire chi abbia vera legittimità sull’Opera Diocesana di Assistenza, Tribù ha voluto approfondire le attività dell’Ente anche in mesi travagliati come quelli appena trascorsi. Un episodio in particolare colpisce: nell’estate del 2016 l’Opera, nella persona dell’ad Marsella, trattava per la costruzione di un camposanto cattolico a Pontecorvo, in provincia di Frosinone

Preso mentre prepara il barbecue: così finisce la latitanza del capo dei “Carateddi”

Concetto Bonaccorsi si nascondeva in un appartamento in provincia di Pistoia

Aveva lasciato il carcere di Secondigliano per un permesso premio di tre giorni e non vi aveva più fatto ritorno. Fino ad oggi: Concetto Bonaccorsi, storico capo bastone dell’omonima famiglia affiliata al clan Cappello-Bonaccorsi, è stato rintracciato nelle scorse ore dagli uomini della Squadra Mobile di Catania

Oda: “Assistiamo sgomenti a giochi di potere incomprensibili”

Le ansie e le preoccupazioni di un folto gruppo di lavoratori della Fondazione

oda

La crisi dell’Oda non conosce ancora i titoli di coda. Tiene sempre banco infatti il braccio di ferro tra il commissario straordinario Adolfo Landi e il Cda ‘azzerato’ dalla Curia. Una situazione “paralizzante e paralizzata” secondo un folto gruppo di dipendenti riunitisi in assemblea. “Se questo stato dovesse perdurare potrebbe mettere in serio pericolo la Fondazione, il nostro lavoro, i nostri utenti”.