“Riciclavano gasolio proveniente dalla Libia”. Sgominata organizzazione internazionale, 6 arresti

L'operazione dei Finanzieri del Comando Provinciale di Catania, con la collaborazione del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata

Gasolio

CATANIA – I Finanzieri del Comando Provinciale di Catania, con la collaborazione del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata (SCICO), a conclusione di un’indagine coordinata dalla Procura Distrettuale della Repubblica etnea e in esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal G.I.P. del locale Tribunale, hanno eseguito 6 arresti (3 in carcere e 3 ai

“Siamo operai dell’Enel”: scatta il blitz nel market del crimine

I carabinieri di Catania hanno arrestato due fratelli. Nella loro abitazione in via Del Purgatorio rinvenuti mezzo chilo di marjuana, 6 piante di cannabis e decine di cartucce

CATANIA – I Carabinieri della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato in flagranza i fratelli Filippo e Salvatore Andrea Fazio,  rispettivamente di 23 e 33 anni, per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di munizionamento. Le indagini hanno condotto ieri pomeriggio i militari del Nucleo Operativo nei pressi dell’abitazione dei

Catania, sequestrati i beni a presunto affiliato al clan Cappello

Destinatario della misura di prevenzione patrimoniale è il 47enne Salvatore Alfio Grillo, pluricondannato e di recente arrestato nell'ambito dell'operazione "Piramidi"

CATANIA – I Finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno sequestrato – in esecuzione di un provvedimento di prevenzione patrimoniale emesso dal Tribunale etneo, su proposta della Procura – beni e disponibilità finanziarie riconducibili a Salvatore Alfio Grillo, di 47 anni, più volte condannato per reati contro il patrimonio, ricettazione di auto rubate, truffa, spendita di

Furti nei cantieri edili di mezza Sicilia: 9 arresti

La banda specializzata è stata sgominata dai Carabinieri di Cefalù. Arresti tra le province di Catania, Messina, Agrigento e Siracusa

  CEFALU’ (PALERMO) – Un’organizzazione criminale specializzata nei furti di mezzi d’opera e alla loro successiva ricettazione è stata sgominata dai Carabinieri di Cefalù che hanno eseguito nove arresti tra le province di Catania, Messina, Agrigento e Siracusa. Almeno una decina i colpi attribuiti alla banda che a partire dal 2015 ha imperversato su tutto il

Mail elettorale dall’Unict: chiesti 6 anni per l’ex Rettore Recca

La richiesta del Pm al processo per violazione del segreto d'ufficio e trattamento abusivo di dati personali per l'invio nel 2012 di una mail a sostegno di una candidata dell'Udc all'Ars 

CATANIA – Sei anni di reclusione per l’ex Rettore dell’Università di Catania, Antonino Recca, tre anni per l’allora responsabile della struttura informatica, Enrico Commise, e due anni per un dipendente dell’ateneo, Nino Di Maria. Sono le pesanti richieste della Pubblico ministero Raffaella Vinciguerra al Tribunale di Catania nell’ambito del processo per violazione del segreto d’ufficio

Armi e fiumi di marijuana dall’Albania alla Sicilia: blitz della Finanza di Catania

Operazione "Rosa dei Venti" nei confronti di una organizzazione criminale italo-albanese. Eseguite 11 ordinanze di custodia cautelare in carcere (NOMI E FOTO DEGLI ARRESTATI)

CATANIA – Una organizzazione criminale italo-albanese dedita al traffico di sostanze stupefacenti e di armi è stata smantellata dalla Guardia di Finanza di Catania che su delega della Procura Distrettuale ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP nei confronti di 11 persone. In manette i catanesi Antonino Riela, di 46 anni,

Gela, catanese ferito a una gamba; arrestato il presunto ‘pistolero’

In manette un giovane gelese, attuale compagno della ex della vittima. E' accusato di lesioni personali aggravate e porto e detenzione di arma comune da sparo.

GELA (CALTANISSETTA) – E’ stato arrestato il presunto ‘pistolero’ che sabato sera a Gela, al culmine di una lite, ha ferito a colpi di una 7.65 un 21enne catanese, Francesco D’Amico. Le manette sono scattate per John Parisi, un giovane gelese con precedenti, accusato di lesioni personali aggravate e detenzione di arma comune da sparo.

Cocaina nascosta negli slip: pusher in manette a San Cristoforo

Achille Taranto, 59 anni, è stato trovato in possesso di 12 grammi di polveri bianca. I carabinieri dei Lupi hanno denunciato un altro spacciatore, un 39enne

CATANIA – I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Catania hanno arrestato in flagranza il 59enne Achille Taranto, con numerosi precedenti penali alle spalle, e denunciato un 39enne, per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Durante un servizio di pattugliamento nel quartiere San Cristoforo, gli uomini della Squadra “Lupi” hanno notato un

Giarre, rapina da 60 mila euro a commercianti cinesi: fermati altri 5 banditi

Il commando di dieci persone entrò in azione la sera del 17 settembre scorso. Cinque banditi furono arrestati subito dopo il colpo dalla Mobile di Catania (FOTO)

  CATANIA – Svolta nelle indagini sulla rapina ai danni di quattro cittadini cinesi avvenuta a Giarre la sera dello scorso 17 settembre. La Polizia, su delega della Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, ha fermato altri cinque rapinatori, tutti catanesi. Si tratta di Ivan Bertino, di 32 anni, Giuseppe Di Silvestro, di 37, Paolo Di

La storia infinita delle finanze catanesi: la Corte dei Conti “bacchetta” i revisori

A riaccendere il dibattito sui conti cittadini due delibere inviate dalla Corte dei Conti relative al Rendiconto finanziario del 2015 e all'ormai mitico Piano di Riequilibrio finanziario. L'Amministrazione dovrà rispondere entro 20 giorni

Corte

L’organo di controllo evidenzia gravi criticità su entrambi i fronti, ed invita l’Amministrazione catanese a fornire dettagli entro venti giorni, che per quanto riguarda la prima delibera scadranno mercoledì prossimo. A fronte di ciò, soltanto nelle scorse ore i rilievi dei giudici contabili sono stati resi noti ai membri della Commissione Bilancio. Un silenzio giudicato da molti inopportuno, visto che sulla situazione finanziaria dell’ente si gioca una partita fondamentale per il futuro dell’Ente.