Il Pg di Messina chiede mezzo milione di danni a De Luca dopo lo show da Giletti

Vincenzo Barbaro chiede un risarcimento da mezzo milione, equamente suddiviso tra il deputato regionale e i suoi legali che annunciano una denuncia per calunnia contro il magistrato

de luca

MESSINA – Il Procuratore generale di Messina Vincenzo Barbaro ha citato in giudizio il deputato regionale Cateno De Luca ed i suoi avvocati, Carlo Taormina e Tommaso Micalizzi. La querela del magistrato punta a ottenere un risarcimento danni, in sede civile, di 500 mila euro: una metà a carico del parlamentare, l’altra suddivisa tra i

Revocati i domiciliari, De Luca torna in libertà (e su FB)

Il Gip di Messina conferma però il divieto a ricoprire ruoli apicali negli enti coinvolti nell'inchiesta per evasione fiscale. Il deputato attacca i magistrati: "Denuncerò  qualunque tipo di mafia, anche quella giudiziaria"

MESSINA – Torna libero Cateno De Luca. Il Gip di Messina ha disposto la revoca degli arresti domiciliari per il neo deputato regionale dell’Udc-Sicilia Vera, accusato di evasione fiscale sostituendo la misura con quella interdittiva del divieto di esercizio di posizioni apicali negli enti coinvolti nell’inchiesta. Per il giudice sussistono i gravi indizi di colpevolezza

Agrigento, arrestato il primo dei non eletti M5s all’Ars

Fabrizio La Gaipa, imprenditore di 42 anni, è finito ai domiciliari per estorsione. Secondo i PM avrebbe costretto due dipendenti del suo albergo a firmare buste paga false

AGRIGENTO – Ancora strascichi giudiziari sulle scorse elezioni Regionali. Dopo l’arresto del neo deputato Udc Cateno De Luca e l’iscrizione sul registro degli indagati per il neo eletto all’Ars Edy Tamajo di Sicilia Futura. Stavolta, a finire del mirino dei magistrati è un candidato del M5s. Fabrizio La Gaipa, primo dei non eletti nel collegio

Il Gip vieta le esternazioni social di Cateno De Luca

Accolta l'istanza della Procura di Messina che ha aggravato la misura cautelare degli arresti domiciliari imposta dall'8 ottobre al deputato regionale Udc accusato di evasione fiscale

MESSINA – Stop alle esternazioni social di Cateno De Luca. Il Gip di Messina accogliendo l’istanza della Procura ha aggravato la misura cautelare degli arresti domiciliari disposta nei confronti del deputato regionale Udc vietandogli di comunicare con l’esterno. La decisione arriva dopo la pubblicazione di diversi post su Facebook da parte del parlamentare dopo l’arresto

De Luca a Musumeci: “Non ho la rogna, Sicilia Vera merita un posto in Giunta”

Nuovo post del neo deputato regionale Udc che si rivolge al neo governatore:  "La smetta di coltivare il campo dell'ipocrisia istituzionale" e propone Giuseppe Lombardo, presidente del suo Movimento, per un assessorato"

MESSINA – “Presidente Musumeci detto Nello…Cateno De Luca non ha la rogna!”. Inizia così l’ennesimo post, con video annesso, del neo deputato regionale Udc da mercoledì scorso ai domiciliari per una maxi evasione fiscale. Ringalluzzito dall’assoluzione al processo sul cosiddetto “Sacco di Fiumedinisi”, il paesino sui Nebrodi di cui in passato è stato sindaco, il

Evasione fiscale, Cateno De Luca torna a Palazzo di Giustizia I suoi legali chiedono la revoca dei domiciliari

Stamattina l'interrogatorio di garanzia davanti al Gip di Messina del neo deputato regionale Udc che ieri è stato assolto al processo sul cosiddetto "Sacco" di Fiumedinisi

MESSINA – Dopo aver esultato e pianto ieri per l’assoluzione “perché il fatto non sussiste” al processo sul cosiddetto “Sacco” di Fiumedinisi, il neo deputato regionale dell’Udc Cateno De Luca ritorna a palazzo di Giustizia di Messina. Stamattina De Luca, attualmente ai domiciliari per l’accusa di evasione fiscale, è comparso davanti al Gip di Messina

De Luca assolto si commuove e rilancia: “Non sono un impresentabile, sfido Grillo e Salvini ad un confronto”

Il neo deputato regionale Udc era imputato per tentata concussione, abuso d'ufficio e falso in atto pubblico. Assolti anche gli altri imputati VIDEO "SCATENO", IL RITRATTO DELL'IMPRESENTABILE DE LUCA

  MESSINA – Il neo deputato regionale dell’Udc-Sicilia Vera, Cateno De Luca, è stato assolto perchè il fatto non sussiste. Questa il verdetto del collegio del Tribunale di Messina, presieduto dal Presidente Mario Samperi, al processo sul cosiddetto “Sacco di Fiumedinisi”, paesino sui Nebrodi di cui De Luca in passato è stato sindaco. Il neo eletto all’Ars, finito due giorni fa ai domiciliari per una presunta

De Luca, oggi la sentenza sul ‘Sacco di Fiumedinisi’

Il neo deputato regionale dell'Udc ieri ha lasciato i domiciliari e si è recato recarsi in aula a Messina per l'ultima udienza del processo in cui è imputato per concussione e falso

MESSINA – Accompagnato dai carabinieri è arrivato al Tribunale di Messina per l’ultima udienza del processo in cui è imputato per concussione, falso e abuso d’ufficio. E ai giudici, Cateno De Luca, arrestato ieri per evasione fiscale, ha reso dichiarazioni spontanee. Con il neo deputato regionale dell’idc-Sicilia Vera c’erano la moglie, i suoi legali Carlo