Nello sì o no? La soap del centrodestra siciliano

Strada in salita per la coalizione dopo la rottura tra il commissario di Forza Italia e il leader di #DiventeràBellissima. Attesa la decisione di Berlusconi

Musumeci

Come avevamo ampiamente previsto, è arrivata puntuale la rottura tra Gianfranco Miccichè e Nello Musumeci. L’ago della bilancia pare l’abbia fatto lo 0,07 della politica siciliana, il ministro degli Esteri Angelino Alfano

Lorenzin e Casini a Catania: fantasmi che camminano

Il Ministro parteciperà ad un incontro sulla sanità, l'ex Presidente della Camera all'assemblea regionale del suo partito

centristi

A una manciata di mesi dalle Regionali che decideranno la successione a Rosario Crocetta le anime del “centro” riscoprono la Sicilia. E’ Catania il luogo dei primi avvistamenti dei big centristi, che dopo mesi di assenza aprono di fatto la campagna elettorale. A partire dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che oggi pomeriggio sarà impegnata all’hotel Plaza in una convegno sulla programmazione sanitaria a Catania

Il “gran rifiuto” di Grasso e la Sicilia irredimibile

Il Presidente del Senato dice no ai protagonismi territoriali e alla caccia i pacchetti di voto. Che farà il PD?

Gran rifiuto

PALERMO – Il gran rifiuto arriva a metà di una domenica calda non solo politicamente. “Il mio impegno e il mio amore per la Sicilia non smetterà di esprimersi in ogni forma e in ogni sede anche nazionale, ma i miei doveri istituzionali attuali mi impongono di svolgere, finché necessario, il mio ruolo di presidente

Regionali. Grasso scende in campo, in bilico Cancelleri

La decisione del Presidente del Senato fa sognare dem e alleati. Dubbi sulla candidatura di Cancelleri in attesa delle Regionarie

grasso

Una candidatura di alto profilo ed estranea alle logiche di palazzo, tale da rimettere in gioco il Partito Democratico per le Regionali di novembre e preoccupare seriamente gli avversari. La discesa in campo del Presidente del Senato Pietro Grasso – anticipata nella serata di ieri da Tribù – riapre i giochi per la corsa a Palazzo d’Orleans e fa sognare ai dem e ai loro alleati un futuro diverso da quello descritto nei sondaggi circolati negli ultimi mesi

Crisi, i partiti non mollano Crocetta. E se fosse lui a scaricarli?

Sembra fermarsi sul nascere la fuga in avanti verso le elezioni degli "alleati" del governatore. Assessori al loro posto, oggi la decisione del PD

Partiti

“Usciamo?”. “Sì, certo”. “Anzi no, aspetta”. “Dai, prima che si fa tardi…”. Non è un dialogo tra adolescenti indecisi sul da farsi il sabato sera, ma la posizione ancora irrisolta di Centristi per la Sicilia e Alternativa Popolare rispetto all’uscita dal Governo Crocetta. A diversi giorni dall’annunciata fine dell’esperienza di Governo, CpS e Ap risultano ancora dentro l’esecutivo