La Locanda del Buon Samaritano e la città che accoglie

In un città in crisi, Padre Mario riesce a fare emergere l'ineguagliabile generosità di tanta gente comune, la vera pietà popolare

La Locanda accoglie il Samaritano dei nostri tempi: gli dà da bere e da mangiare ma soprattutto gli da vicinanza, sostegno, aiuto, una parola amore. Con un gruppo straordinario di volontari ogni giorno aiuta il miracolo a compiersi, facendo sentire come a casa uomini e donne diventati ultimi. Lontano dai politici e quindi senza secondi

I 20 POTENTI SOTTO L’ETNA

Chi sono le donne e gli uomini più potenti della città di Catania? Ecco la classifica di fine anno stilata dalla redazione di Tribù

Chi sono le donne e gli uomini più potenti della città di Catania? E’ la domanda alla quale tenta di rispondere la classifica di fine anno stilata da Tribù, indicando i protagonisti della vita cittadina che per influenza, autorevolezza ed entrature possono essere considerati il gotha del potere catanese. Due precisazioni sono d’obbligo. La prima.

Da Bersani a Cuffaro, chi chiede la scarcerazione di Dell’Utri

A due giorni dalla decisione del Tribunale di Sorveglianza di Roma non si placa il dibattito sulla necessità di un trattamento umano per i detenuti anziani e malati

scarcerazione

ROMA – A due giorni dalla decisione del Tribunale di Sorveglianza di Roma, che giovedì ha respinto la richesta di sospensione della pena per motivi di salute per l’ex senatore Marcello Dell’Utri – 76 anni, in carcere per concorso in associazione mafiosa – non si placa il dibattito sulla possibilità di scarcerazione per i detenuti anziani e malati. Ad intervenire sulla vicenda,

Catania, Cattedrale chiusa causa occupazione. Polemica anche con la Caritas

Non si placa il dramma di una ventina famiglie di alcuni quartieri popolari catanesi da giorni accampate sul sagrato della prima chiesa cittadina per protestare contro l'Amministrazione

CATTEDRALE

CATANIA – Non si placa il dramma di una ventina famiglie di alcuni quartieri popolari catanesi da giorni accampate sul sagrato della Cattedrale di Sant’Agata per protestare contro l’Amministrazione comunale e le Autorità sulla gestione dell’emergenza abitativa in città. Una situazione drammatica, appunto, che nelle ultime ore si è “arricchita” di un nuovo episodio. Ieri la Cattedrale è

Palermo, “Troppe immagini cristiane a scuola”: genitore scrive ad un giornale, preside corre ai ripari

Una decisione che fa discutere, e che potrebbe riaccendere il dibattito su un tema mai passato d'attualità, quello della presenza di simboli religiosi cristiani nelle scuole, a partire dal Crocefisso

PRESIDE

PALERMO – Una decisione che fa discutere, e che potrebbe riaccendere il dibattito su un tema mai passato d’attualità, quello della presenza di simboli religiosi cristiani nelle scuole, a partire dal Crocefisso. La storia arriva da Palermo, dove Nicolò La Rocca, preside della scuola elementare e d’infanzia “Ragusa Moleti”, ha diramato una circolare che vieta agli insegnanti di far

Riina, no della CEI a funerali pubblici: “Calpesterebbero la memoria delle vittime”

Nessun funerale pubblico per il Capo dei Capi Totò Riina, scomparso questa notte a ottantasette anni per le complicazioni di due interventi chirurgici subiti nelle scorse settimane

CORLEONE (PALERMO) – Nessun funerale pubblico per il Capo dei Capi Totò Riina, scomparso questa notte a ottantasette anni per le complicazioni di due interventi chirurgici subiti nelle scorse settimane. E’ quanto ha annunciato la Conferenza Episcopale Italiana, per mezzo del portavoce Ivan Maffeis. “La Chiesa italiana ribadisce la ferma condanna di qualunque fenomeno mafioso –

Don Caputo, la setta dell’orrore e quel legame con il prete pedofilo

Il sacerdote finito al centro dell'inchiesta "12 apostoli" della Procura di Catania era già stato coinvolto in una storia di abusi su minore in ambiente ecclesiastico

DON CAPUTO

“Tutto immaginavo, nella mia vita, tranne che facevo il prete…Il Signore mi ha spiazzato”. Così parlava – il 3 maggio del 2009, poco prima dell’ordinazione presbiterale nella Basilica di San Pietro in Vaticano, l’allora diacono Orazio Caputo. Il giorno dopo sarebbe stato Benedetto XVI in persona ad accoglierlo tra i pastori della Chiesa universale. Ma il cammino di padre Orazio era destinato a essere tutt’altro che lineare

ODA, la lettera di un lavoratore: “Papa Francesco ultima spiaggia”

Sul tavolo il pagamento degli stipendi dei mesi scorsi non ancora sbloccato nonostante le rassicurazioni ricevute

lettera

“Siamo al 12 luglio e degli stipendi di maggio e giugno nemmeno l’ombra”. A riaccendere il dibattito sull’ODA, a più di un mese dalla conclusione della “guerra” a colpi di carte bollate tra l’ex Cda e il Commissario Straordinario Adolfo Landi, vinta da quest’ultimo, è la lettera di un dipendente dell’Opera Diocesana giunta alla nostra redazione

Scontata la condanna per pedofilia Don Torturo torna a celebrare messa

La Chiesa non ha mai sospeso a divinis l'ex parroco del Borgo Vecchio di Palermo 

PALERMO – Ha scontato in carcere una condanna di tre anni per pedofilia. Ora don Paolo Turturro, 67 anni, ex parroco antimafia del Borgo Vecchio di Palermo è tornato libero. Vive al Borgo della pace fondato nelle campagne di Baucina (Pa) e, come riporta il Giornale di Sicilia, è tornato anche a celebrare messa nelle chiese

Musumeci sindaco di Catania? Tanti “forse” ma nessuna smentita

Le reazioni sul retroscena che vorrebbe l'ex Presidente della Provincia "corteggiato" da alcune forze civiche per la corsa a Palazzo degli Elefanti

Musumeci

Sull’indiscrezione arriva il commento del professore Caserta, che allontana da sé il ruolo di ambasciatore attribuitogli nelle scorse ore. Pur ammettendo di non vedere male una candidatura del leader di Diventerà Bellissima a Palazzo degli Elefanti: “Stimo Nello Musumeci e non sarei certo spaventato da una sua candidatura a Catania – scrive il professore – Ma non guido nessuna cordata. Mi si riconosce un ruolo che non ho, non posso avere e non intendo avere”