Girlando a processo per tentata concussione

L'ex assessore al Bilancio del Comune di Catania rinviato a giudizio: la prima udienza il 6 dicembre prossimo

girlando

La vicenda risale alla fine di febbraio dello scorso anno, quando il direttore generale della Simei, Gianluca Chirieleison si presenta dai carabinieri denunciando di essere stato minacciato dall’allora assessore Girlando. La Simei, azienda che da anni si occupa della manutenzione dell’illuminazione pubblica, era in attesa di chiudere una transazione da quasi 4 milioni con il Comune.

Caso Girlando, il Comune chiamato a risarcire i danni

Il Gup rigetta la richiesta di esclusione da responsabile civile avanzata dal legale dell'amministrazione di Palazzo degli Elefanti

girlando

Nel pomeriggio, è attesa la decisione sulla richiesta di rinvio a giudizio dell’ex assessore al Bilancio, riconfermata dal Pm Regolo in quanto “il dibattimento sarà indispensabile per valutare l’ipotesi di reato”. Da parte sua l’avvocato Carmelo Peluso, legale di Girlando, ha chiesto il “non luogo a procedere”.

Debiti, ingiunzioni e proteste: continua il pasticciaccio AMT

Ancora guai per l'azienda catanese dei trasporti: le somme liquidate per il pagamento degli stipendi sarebbero vincolate da un pignoramento. E mentre i lavoratori protestano la società bandisce nuove gare milionarie

Amt

Sul tavolo, una volta di più, la situazione dell’azienda dei trasporti catanese, alla quale pochi giorni fa sono stati liquidati crediti per oltre 5 milioni e seicentomila euro

Pasticcio Amt, nuove gare milionarie nonostante il rischio default

Nonostante la zavorra dei debiti la società lancia due bandi per circa 1,5 milioni di euro Paradosso Amt: se paga gli stipendi commette reato

amt

Un bando di gara da 1.104.328,96 euro per l’affidamento del “servizio di pulizia dei locali aziendali, dei servizi aggiuntivi e del lavaggio degli autobus e dei veicoli del parco aziendale”. Tutto normale – la pulizia di luoghi e mezzi pubblici è un servizio essenziale da garantire – se non fosse che l’azienda che bandisce la gara è sottoposta a pignoramento per non aver pagato il medesimo servizio ad un’altra società

Dehors, finalmente le regole: vietate le verande al centro storico

Sedie e ombrelloni potranno essere protetti soltanto da coperture alte 1,70 metri

CATANIA – Arriva il tanto atteso regolamento Dehors. Uno step che il mondo del commercio catanese aspettava dai tempi dell’assessore Angela Mazzola. La bozza, che adesso sarà sottoposta al Consiglio comunale, disciplina la concessione del suolo pubblico per bar, locali, ristoranti e alberghi catanesi. Sedie e ombrelloni potranno essere protetti soltanto da coperture alte 1,70 metri. Scompariranno le pedane

Comune: si dimette il Direttore Generale Antonella Liotta

La dirigente manterrà le funzioni di Segretario Generale

Liotta

 CATANIA – La dottoressa Antonella Liotta, anche a conclusione del “tagliando” al Patto per Catania effettuato dal ministro De Vincenti pochi giorni fa nel Palazzo degli elefanti, ha oggi formalizzato le proprie dimissioni dalla carica di Direttore Generale del Comune di Catania, mantenendo quella di Segretario Generale che svolgeva contestualmente. La Segretario ha spiegato, come già

Debiti Colocoop, Amt a rischio fallimento: “Società violò accordi”

L'azienda milanese aveva ottenuto un appalto per i servizi di pulizia di Amt. Un accordo da quasi un milione di euro che la partecipata non ha onorato

Colocoop

La resa dei conti sull’Amt arriva sotto forma di istanza di pignoramento. Il Comune di Catania ha meno di dieci giorni di tempo per chiarire cosa voglia fare della partecipata cittadina. Mercoledì scorso, infatti, la società Colocoop ha notificato all’Amministrazione il pignoramento delle somme che l’Ente deve ancora saldare all’azienda dei trasporti cittadina. Sul piatto un contenzioso dal valore di un milione e trecentomila euro tra la società di servizi e la partecipata catanese

Enzo Bianco, i ‘pizzini’, i fedelissimi e il nuovo nemico da abbattere

Il racconto del Consiglio comunale straordinario: le trame e i retroscena di una città immobile

enzo bianco sebastiano arcidiacono

L’uomo da abbattere è Sebastiano Arcidiacono, colpevole di lesa maestà: “Io ho scelto da che parte stare e non è la sua”. E si guadagna l’applauso accorato dei tanti cittadini presenti in aula

PD e Art4, la guerra anche sui servizi sociali

Accantonati per quattro anni, oggi tornano a essere la "priorità"

servizi sociali

Come mai i lavoratori del comparto sociale non vengono pagati da 8 mesi? Dove sono stati bloccati questi finanziamenti? C’è il paventato rischio che siano arrivati e siano stati spesi per altre “urgenze”?