Amministrative, si vota per eleggere i sindaci di 1,6 milioni di siciliani

Dalle grandi metropoli ai piccolissimi paesi, saranno centotrentatré i Comuni dell'isola chiamati a rinnovare le loro amministrazioni

SINDACI

Quanto siano importanti le Amministrative del prossimo 11 giugno lo sanno bene i partiti, che su e giù per l’Italia stanno attrezzandosi per la riconquista dei Comuni presentandosi con la loro faccia o più prudentemente celandosi dietro variopinte liste civiche. Nel bailamme amministrativo nazionale la Sicilia ha naturalmente il suo ruolo privilegiato

Fondi, finanziamenti e tanta fretta: al voto la Finanziaria dimezzata

Dopo aver approvato quattro dei dodici articoli "superstiti", l'Aula è riconvocata per oggi pomeriggio alle 16.00. Seduta fiume fino a mezzanotte

Finanziaria

Fosse questione di medicina, si direbbe che la Finanziaria regionale soffra di bulimia. L’improvviso dimagrimento di ieri pomeriggio – quando l’Assemblea Regionale Siciliana ha più che dimezzato gli articoli da approvare, cercando di salvare il salvabile – ha tutti i caratteri del rigetto psicosomatico

Stabilizzazione precari, la Regione “gela” i Comuni. M5S: “Norma varata da Crocetta è bluff”

L'assessore Lantieri: "Le proroghe non si possono avviare prima del 31 marzo"

Il deputato Ars Sergio Tancredi: “L’uscita pubblica dell’assessore Lantieri conferma quello che noi abbiamo affermato già in aula: si tratta di una legge inutile che non stabilizzerà nessuno. E’ solo l’ennesima presa per il fondelli a danno dei precari”

Buco nei fondi della Regione, tagli ai Comuni. Cancelleri: “Pugno allo stomaco dei cittadini”

L'assessore Baccei taglia 36mln per riparare a un errore in bilancio previsione

bando

Un “errore tecnico” rischiava di far saltare i conti. Il “buco” coperto con i fondi per i Comuni. Il deputato del M5s attacca: “Se non è uno scherzo, è una tegola enorme che piove sui siciliani, che già scontano servizi al minimo. L’assessore venga subito in Aula”

Ars, via libera alla proroga dei precari. Ok anche a una norma che consentirà nuove assunzioni

I Comuni entro il 31 dicembre 2018 dovranno provvedere alla stabilizzazione

Durante il dibattito non sono mancate aspre polemiche. Come sulla discussione sul terzo comma dell’articolo 3 (proprio quello che stabilisce le regole per la stabilizzazione dei precari). Un vero e proprio escamotage, che consentirà agli stessi Enti (Regione, Comuni e anche Aziende sanitarie) di assumere nuove persone senza alcun obbligo di concorso e con contratti a tempo