Vertenza Sims, l’accusa dei lavoratori: “Asp non vigilò sull’appalto”

L'intervento dell'avvocato Tafuri sulla vicenda dell'ex cooperativa: "Disattesa clausola sul riassorbimento dei lavoratori, Asp responsabile"

sims

“Questa storia ci conferma una cosa: le pubbliche amministrazioni, da qualche tempo a questa parte, sono sempre più timide nel prendere decisioni, anche quando esse riguardano il futuro di intere famiglie”. Ad intervenire sulla vicenda dell’ex cooperativa Sims – tornata al centro delle cronache qualche giorno fa, per la protesta organizzata dai lavoratori sul tetto del Asp di Catania – è l’avvocato Gaetano Tafuri, legale del gruppo di dipendenti da mesi in lotta per la propria situazione lavorativa.

Asp Catania, lavoratori Sims sui tetti: “Istituzioni ci diano risposte”

Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia. I dipendenti dell'ex cooperativa si dicono pronti a continuare la protesta ad oltranza

“Dopo quindici anni di servizio all’Asp oggi ci troviamo in mezzo a una strada, perché qualcuno ha deciso così”. E’ la sintesi della protesta andata in scena questa mattina all’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania, dove quattro lavoratori dell’ex cooperativa Sims – da mesi in lotta per la loro situazione lavorativa – hanno scelto di asserragliarsi sul tetto della sede di via Santa Maria La Grande chiedendo di incontrare le Istituzioni e in particolar modo il Presidente Rosario Crocetta