Crack Wind Jet, difetto di notifica: slitta il processo a Pulvirenti

La prima udienza davanti la prima sezione penale del Tribunale di Catania è stato rinviata al 9 gennaio. Oltre all'imprenditore, ex presidente del Catania Calcio, alla sbarra altri 15 imputati

wind jet

CATANIA – Torneranno sul banco degli imputati il prossimo 9 gennaio le sedici persone accusate di bancarotta fraudolenta in relazione al dissesto della compagnia aerea low cost Wind Jet, ammessa alla procedura di concordato preventivo con un passivo di oltre 238 milioni di euro. Il processo che si è aperto davanti la prima sezione penale

Crack windjet, la Procura: “Tutti i soggetti meritano il rinvio a giudizio”

"Questo marchio non sarebbe stato acquistato da nessun altro per 10 milioni di euro"

Antonino Pulvirenti

Prosegue il processo sul crack Wind Jet, la compagnia catanese low cost che ha smesso di volare nell’agosto 2012 lasciando a terra oltre 300mila passeggeri. Oggi, il giorno della requisitoria dei PM Alessandro Sorrentino e Alessandra Tasciotti

Crack Windjet, sì a costituzione parte civile per Codacons, Inps e i due commissari

Rigettate le richieste presentate da una passeggera e dalle associazioni Codici Onlus, Codici Sicilia e Consitalia

Antonino Pulvirenti

Interrogati i due indagati Luciano Di Fazio e Gianluca Cedro. I due senior partner della società di consulenza Emintad Italy Srl hanno ribadito di non aver avuto alcun contatto con i revisori e nessun ammorbidimento a favore dell’azienda

Crack Windjet, quando trecentomila passeggeri furono lasciati a terra

Prosegue il processo per la bancarotta della compagnia aerea low cost siciliana

Alla sbarra 17 persone responsabili, secondo la Procura etnea, di aver aggravato la condizione economica della compagnia aerea fino al suo irrimediabile crollo. Inps, Codacons e il commissario giudiziale Libertini chiedono di costituirsi parte civile. La decisione del Gup è attesa per il 16 gennaio