Rifiuti, Musumeci chiede aiuto a Gentiloni e pensa a un bando per trasportali all’estero

Il governatore in conferenza stampa svela il piano d'azione della Regione: "Tutte le discariche sono vicine al collasso. Senza una svolta a settembre non sapremo dove metterli. Servono poteri speciali"

PALERMO – E’ al momento la madre di tutte le emergenze siciliane. Una patata bollente che Nello Musumeci si è ritrovato tra le mani dopo le dimissioni dell’assessore designato Vincenzo Figuccia. “Dopo trenta giorni di attività del governo credo di poter dire che la situazione della gestione dei rifiuti in Sicilia è assai grave”, dice il governatore

Dopo meno di un mese Musumeci perde pezzi Malumori e ripicche lacerano la maggioranza

Vincenzo Figuccia lascia la Giunta a ventotto giorni dall'insediamento. Fatale la polemica natalizia con il Presidente dell'ARS Gianfranco Micciché "Assessori tacciano e lavorino": lo stop di Musumeci a Figuccia Figuccia VS Micciché, quante polemiche nel centrodestra "unito"

MAGGIORANZA

PALERMO – Un Assessore dimesso dopo appena ventotto giorni dalla nomina. Un record che nemmeno Rosario Crocetta – noto per la profusione di Assessori cambiati durante il suo governo – era riuscito a conquistare. Nell’era della stabilità e del decoro istituzionale di Nello Musumeci, invece, il primato è stato possibile. E se Musumeci, dall’opposizione, non mancava di

Auguri su Fb e beneficienza: il Natale dei politici siciliani

In attesa di riprendere i lavori che da qui alla fine dell'anno porteranno a decisioni importanti anche i protagonisti della politica siciliana hanno festeggiato il Natale

Natale

PALERMO – Auguri social, pranzi di beneficienza, festeggiamenti privati con i propri cari. In attesa di riprendere i lavori che entro la fine dell’anno dovranno portare all’approvazione del bilancio provvisorio, anche la politica regionale si è fermata per festeggiare il Santo Natale. Auguri sobri per il Presidente della Regione Nello Musumeci: “Un buon Natale a tutti, più

Musumeci proclamato nuovo Presidente della Regione. Cambio della guardia con Crocetta a Palazzo d’Orléans

Alla cerimonia, tenutasi presso la sala Alessi, erano presenti i due presidenti, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e diversi esponenti della maggioranza che sosterrà il nuovo governatore all'Assemblea Regionale Siciliana

PALERMO – “L’Ufficio centrale regionale ha accertato che il numero maggiore di voti validi è stato conseguito dalla lista numero 4, avente come contrassegno ‘In Sicilia con Nello Musumeci Presidente’, il cui capolista Sebastiano Musumeci detto Nello proclama eletto alla carica di Presidente della Regione e di deputato all’Assemblea Regionale Siciliana”. Con queste parole il

In fiamme l’auto del capo della segreteria di Crocetta

Il rogo nella notte a Gela: distrutta la vettura di uno degli esponenti di punta del Megafono, il Movimento del presidente della Regione che commenta: "Non ci fermeranno"

GELA (CALTANISSETTA)  – Incendiata la notte scorsa, intorno alle 2, davanti alla sua abitazione, a Gela, l’auto di Enrico Vella, responsabile della segreteria tecnica del presidente Rosario Crocetta e uno degli esponenti regionali di primo piano del Megafono.  La notizia è stata resa pubblica dallo stesso governatore, che afferma: “Cosa lega lo strano furto di

Palermo, furto in casa di Valeria Grasso. Si segue la pista dell’intimidazione

Un furto dalle dinamiche inquietanti, che lascerebbero pensare ad un segnale nei confronti dell'imprenditrice antiracket

Valeria Grasso

PALERMO – Un furto dalle dinamiche inquietanti, che lascerebbero pensare ad un segnale nei confronti della vittima. E’ quanto è accaduto stanotte in casa dell’imprenditrice e collaboratrice di giustizia Valeria Grasso, in zona Partanna Mondello, dove ignoti si sono introdotti per portare via uno strano bottino. Ad essere sottratte una fotografia della donna con i

Minniti dopo l’appello di LiberaItalia e M5s: “Vigilare su Regionali”

Il titolare del Viminale ha chiesto ai Prefetti siciliani di implementare i servizi di vigilanza già predisposti per revenire eventuali interferenze della criminalità

Minniti

ROMA – Un rafforzamento delle attività di controllo del territorio e del procedimento elettorale, “al fine di scongiurare il rischio di alterazione del libero esercizio del voto”. E’ quanto ha promesso il Ministro degli Interni Marco Minniti al Presidente della Regione Rosario Crocetta, dopo le richieste sulla necessità di vigilare sul voto del 5 novembre per evitare

Centrosinistra, volano gli stracci nella coalizione

A lanciare la polemica, a due settimane dal voto per le Regionali, è proprio il sindaco artefice della candidatura del Rettore dell'Università di Palermo

Centrosinistra

PALERMO – Volano gli stracci nel centrosinistra siciliano. A lanciare la polemica sulla coalizione, a due settimane dal voto per le Regionali, è proprio l’artefice della candidatura del Rettore Fabrizio Micari. Ovvero il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che da deus ex machina del progetto si trasforma in grande accusatore delle ipocrisie degli alleati. E

Crocetta sta con il Movimento Cinque Stelle: “Valutiamo intervento Osce sulle Regionali”

Il Presidente della Regione scrive al Ministro Minniti per chiedere il controllo sul voto del 5 novembre. E rivela di stare vagliando la proposta lanciata da Di Maio e Cancelleri sul coinvolgimento dell'Organizzazione internazionale

PALERMO – “Caro Ministro, io non so se L’Osce sia o no competente al monitoraggio delle elezioni regionali siciliane, ma certamente dopo la presentazione delle liste in Sicilia e i gravi fatti che hanno riguardato l’arresto di alcuni candidati, l’opinione pubblica siciliana si domanda se oggettivamente sia possibile fare qualcosa per impedire che le prossime

Città metropolitane, ecco i commissari di Crocetta

Come annunciato nei giorni scorsi il governatore uscente Crocetta ha nominato Girolamo Di Fazio (a Palermo), Salvatore Cocina (Catania) e Francesco Calanna (Messina)

PALERMO – Sindaci metropolitani: fine corsa. Così come preannunciato nei giorni scorsi, il presidente della Regione Rosario Crocetta ha nominato i commissari delle ex Province. Deposti, dunque, dalla carica  Leoluca Orlando (Palermo), Enzo Bianco (Catania) e Renato Accorinti (Messina). Al loro posto arrivano tre uomini vicini al governatore: Girolamo Di Fazio, Francesco Calanna e Salvatore Cocina.