Rifiuti, Musumeci chiede aiuto a Gentiloni e pensa a un bando per trasportali all’estero

Il governatore in conferenza stampa svela il piano d'azione della Regione: "Tutte le discariche sono vicine al collasso. Senza una svolta a settembre non sapremo dove metterli. Servono poteri speciali"

PALERMO – E’ al momento la madre di tutte le emergenze siciliane. Una patata bollente che Nello Musumeci si è ritrovato tra le mani dopo le dimissioni dell’assessore designato Vincenzo Figuccia. “Dopo trenta giorni di attività del governo credo di poter dire che la situazione della gestione dei rifiuti in Sicilia è assai grave”, dice il governatore

Sgarbi dà buca a Cuffaro ma polemizza ancora su Di Matteo

In una missiva indirizzata all'ex governatore Sgarbi ha spiegato di considerare l'invito alla presentazione del suo libro "un onore" e "un piacere", ma di non poterci essere

Sgarbi

PALERMO – Non c’era l’Assessore regionale ai Beni Culturali Vittorio Sgarbi alla presentazione del libro “La figlia delle monache” scritto dall’ex Presidente della Regione Siciliana Totò Cuffaro. Il volume dell’ex governatore – che ha scontato una condanna per favoreggiamento personale a Cosa nostra dal 2011 al 2015 – è stato presentato oggi pomeriggio all’Istituto don Bosco di Palermo.

Da Bersani a Cuffaro, chi chiede la scarcerazione di Dell’Utri

A due giorni dalla decisione del Tribunale di Sorveglianza di Roma non si placa il dibattito sulla necessità di un trattamento umano per i detenuti anziani e malati

scarcerazione

ROMA – A due giorni dalla decisione del Tribunale di Sorveglianza di Roma, che giovedì ha respinto la richesta di sospensione della pena per motivi di salute per l’ex senatore Marcello Dell’Utri – 76 anni, in carcere per concorso in associazione mafiosa – non si placa il dibattito sulla possibilità di scarcerazione per i detenuti anziani e malati. Ad intervenire sulla vicenda,

Liste pulite, tutti contro Musumeci. Cuffaro: “I miei amici sono con te”

Da più parti si chiede all'ex Presidente dell'Antimafia regionale di prendere posizione sulla composizione delle liste e sugli impresentabili

Province

Ormai dieci giorni fa questo giornale rivolgeva alcune domande a Nello Musumeci, candidato alla Presidenza della Regione per la coalizione di centrodestra. Chiedevamo all’ex Presidente della Commissione regionale antimafia di prendere posizione sulla composizione delle liste, sulla rinuncia agli impresentabili e sulla trasparenza della campagna elettorale

Antimafia, Giarrusso: “Fava? Si candida per favorire Musumeci”

Il deputato nazionale del Movimento Cinque Stelle si inserisce nella polemica scoppiata questa mattina tra la famiglia Impastato e il candidato governatore della sinistra

Giarrusso

PALERMO – “Perché uno come Claudio Fava si candida alla Presidenza della Regione Siciliana sapendo che non vincerà?”. A chiederselo, in un lungo post su Facebook, è il senatore del Movimento Cinque Stelle Mario Michele Giarrusso, che si inserisce nella polemica scoppiata questa mattina tra la famiglia Impastato e il candidato governatore della sinistra. I familiari dell’attivista

Le colpe dei padri non ricadano sui figli. E sui siciliani

Come ad ogni elezione, anche stavolta si passano al setaccio gli alberi genealogici delle solite famiglie per decidere chi candidare all'ARS. Ecco i rampolli in pista per il 5 novembre

figli

L’unico sicuro, al momento, è il rampollo di casa Genovese. La discesa in campo di Luigi – ventidue anni, studente di giurisprudenza, una voglia matta di fare il deputato regionale per unirsi a quattro generazioni di ministri, onorevoli e sindaci – è stata benedetta l’altro ieri a Messina dal coordinatore di Forza Italia Gianfranco Micciché con Renata Polverini

Navarra rinuncia, a sinistra corre solo Claudio Fava

Passo indietro dell'editore a favore del vicepresidente dell'Antimafia. Il 10 settembre assemblea per il programma e l'ufficializzazione della candidatura

fava

PALERMO – Con il passare delle ore, si assottiglia il campo dei pretendenti alla poltrona di presidente della Regione Siciliana. Dopo Gaetano Armao e Roberto Lagalla, che hanno rinunciato a favore di Nello Musumeci, è di poco fa la notizia del passo indietro di Ottavio Navarra. L’editore, che era stato indicato come candidato da Prc e

Messina, De Lucia nuovo procuratore: coordinò inchiesta Cuffaro

La nomina del plenum del Csm: prende il posto di Guido Lo Forte ora in pensione

MESSINA – Maurizio De Lucia è il nuovo procuratore della Repubblica di Messina. Lo ha nominato il plenum del Consiglio superiore della magistratura. Prende il posto di Guido Lo Forte, ora in pensione. Cinquantasei anni, triestino, De Lucia è arrivato nel 1991 a Palermo dove da giovane sostituto si è occupato per anni di reati economici

Quel deserto chiamato Sicilia dove Cuffaro e Lombardo diventano eroi

Il sistema clientelare, la disperazione dei cittadini ed il bisogno delle famiglie. Ma anche una cultura del favore che tiene questa terra prigioniera

cuffaro

Totò Cuffaro, condannato per favoreggiamento a Cosa Nostra, espìa la pena, viene scarcerato e torna ad occuparsi di politica, osannato. Raffaele Lombardo, condannato per voto di scambio con Cosa Nostra, partecipa ad una manifestazione politica ad Enna, e pare quasi che soltanto la mano non gli abbiano baciato. Folle di simpatizzanti accorrono ad ogni appuntamento in cui è possibile scorgere i due ex delfini dell’ex ministro Calogero Mannino, poi diventati entrambi Presidenti

Il ritorno di Totò Cuffaro: innominabile o deus ex machina?

L'ex presidente della Regione è di nuovo al centro della scena: basta soltanto nominarlo - o che dica lui una mezza parola - perché si scateni il putiferio

Cuffaro

PALERMO – Colui-che-non-deve-essere-nominato esiste e non è un mago cattivo intenzionato a far fuori Harry Potter. E’ un signore di mezza età, ancora un po’ pingue, che porta gli occhiali e si fa apparentemente i fatti suoi mentre la politica siciliana non riesce a dimenticarlo.