Colpo al clan di Borgo Vecchio: fermati 17 boss Sigilli ad attività in mano a prestanome

L'operazione dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Palermo. Gli indagati devono rispondere di associazione mafiosa, estorsione, tentato omicidio, rapina, illecita detenzione di armi e munizioni e fittizia intestazione di beni NOMI E FOTO DEGLI ARRESTATI

PALERMO – Duro colpo al clan di Borgo Vecchio. Questa mattina i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Palermo, su delega della Procura distrettuale, stanno eseguendo un provvedimento restrittivo emesso dal GIP del Tribunale di Palermo nei confronti di 17 indagati, ritenuti a vario titolo responsabili di associazione mafiosa, estorsione, tentato omicidio, rapina, illecita detenzione di armi e munizioni

Scacco al clan Rinzivillo, 37 arresti e sequestri milionari Manette per un avvocato e due Carabinieri “infedeli”

L'operazione della Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo disposta dalle Direzioni Distrettuali Antimafia di Roma e di Caltanissetta. Sequestrati beni per 11 milioni

RINZIVILLO

SCACCO AL CLAN RINZIVILLO 37 arresti e 11 milioni di beni sequestrati. Manette anche per un avvocato e due Carabinieri “infedeli”. Questo il bilancio dell’operazione della Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo disposta dalle Direzioni Distrettuali Antimafia di Roma e di Caltanissetta nei confronti del clan mafioso gelese LEGGI l'ARTICOLO ——–> goo.gl/7BAbw8 Pubblicato da Tribù su

Vittoria, scacco alla stidda. Borrometi: ‘E’ il nostro 25 aprile’

Il direttore de "La Spia" commenta il blitz che ha portato all'arresto dei vertici della "stidda". Tra cui gli autori delle minacce nei suoi confronti

Borrometi

“Tanti colleghi diranno che l’avevano sempre detto. Per quattro anni, purtroppo, l’ho detto solo io”. A commentare i risultati dell’operazione “Survivors” della DDA di Catania – che l’altro ieri ha portato all’arresto di 15 persone accusate di far parte della “stidda” che da decenni ammorba il ragusano – è il giornalista Paolo Borrometi, direttore del giornale online “La Spia”

Il pizzo del clan Mazzei nel Parco Nebrodi: 2 arresti

Indagine dei Carabinieri dei Comandi di Catania ed Enna: in carcere due pregiudicati appartenenti alla famigerata famiglia 

ENNA – Due pregiudicati catanesi, appartenenti alla famiglia mafiosa dei Mazzei, sono stati arrestati dai Carabinieri dei Comandi provinciale di Enna e Catania, in quanto accusati di taglieggiare con continue richieste estorsive un allevatore titolare di aziende nel Parco dei Nebrodi. Destinatari delle misure cautelari sono Carmelo Pantalena, 44 anni, e Sebastiano Sudano, 38 anni. L’indagine,

Taormina, ‘pizzo’ a imprenditori: in manette 2 esponenti del clan Brunetto

Gli sviluppi dell''operazione "Good Easter" dei carabinieri

TAORMINA (MESSINA) – Nuovi sviluppi nell’ambito dell’operazione “Good Easter” che nello scorso aprile portò in carcere 4  esponenti di spicco di “cosa nostra”, componenti di un’organizzazione  che imponeva il pizzo nell’area taorminese soprattutto alle rivendite di autovetture. I carabinieri di Taormina hanno notificato, in carcere, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del

Scacco ai boss di Brancaccio: arresti e sequestri per 60 mln

Operazione di Polizia e Guardia di Finanza di Palermo. 34 in manette, c'è anche il capomandamento Pietro Tagliavia  NOMI E FOTO

brancaccio

PALERMO – Dalle prime ore di questa mattina, in esecuzione di un provvedimento emesso dal Gip di Palermo, nell’ambito di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Palermo, la Polizia di Stato e la Guardia di Finanza di Palermo, stanno procedendo, in Sicilia, Toscana, Lazio, Puglia, Emilia Romagna e Liguria, all’esecuzione

Minacce per riscuotere il ‘pizzo’: sgominato gruppo criminale nell’ennese

Operazione della Polizia. L'organizzazione controllava il territorio a Leonforte e Agira

ENNA – Imponeva il ‘pizzo’ a commercianti e imprenditori. Un’organizzazione che controllava il territorio a Leonforte e Agira attraverso il racket delle estorsioni è stata sgominata da un’operazione della polizia di Stato di Enna. Otto le persone arrestate in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Caltanissetta su richiesta della Dda della Procura Nissena. Cinque

Inchiesta Brotherhood, ancora colletti bianchi in manette

L'avvocato catanese Antonio Drago è finito ai domiciliari per il reato di estorsione insieme ad un'altra persona

Inchiesta BROTHERHOOD

CATANIA – Ancora colletti bianchi in manette nell’ambito dell’inchiesta Brotherhood, l’operazione della Guardia di Finanza che alcuni mesi fa aveva evidenziato i legami tra Cosa Nostra catanese ed esponenti della massoneria. A finire ai domiciliari, su richiesta della Quinta Sezione Penale del Tribunale di Catania, sono stati l’avvocato Antonio Drago e l’affiliato Antonino Finocchiaro. Il reato configurato

Vittoria, estorsioni al mercato ortofrutticolo: due arresti

Operazione delle Fiamme Gialle: sequestrate anche due imprese di trasporto

Indagini della Procura di Catania. Ai destinatari delle misure restrittive è contestato il reato di estorsione aggravata dal metodo “mafioso” attuato nei confronti di altri autotrasportatori operanti nel polo ortofrutticolo