Pachino, usava i soldi del conto corrente del Corpo: indagato ex comandante dei Vigili urbani

Nicola Campo, oggi alla guida della Polizia municipale di Pozzallo, è accusato insieme ad altre persone di peculato, abuso d’ufficio e favoreggiamento personale

PACHINO (SIRACUSA) – La Procura della Repubblica di Siracusa ha notificato l’avviso di conclusione indagine nell’ambito dell’inchiesta su presunte anomalie nella gestione della contabilità della Polizia Municipale di Pachino. Tra i destinatari dell’avviso di garanzia all’allora comandante dei Vigili urbani, Nicola Campo, di 56 anni, oggi a capo dell’omologo corpo di Pozzallo (Rg). Gli indagati

Palermo: “Hanno sottratto parte di un’eredità” Arrestati il professor Nivarra e l’avvocato Morabito

Sono finiti ai domiciliari per peculato e falso.  Erano stati incaricati dal Tribunale di gestire l'ingente patrimonio di Baldassarre Sapuppo

PALERMO – La Guardia di Finanza ha arrestato per peculato e falso Luca Nivarra (NELLA FOTO), professore ordinario di diritto privato presso l’Università degli Studi di Palermo, e Fabrizio Morabito, avvocato, e sequestrato beni per 160mila euro. L’indagine, coordinata dalla procura guidata da Francesco Lo Voi, è scaturita dagli esiti di una consulenza tecnica d’ufficio,

Battiati, per la Digos l’anziana interdetta non poteva firmare

E' quanto avrebbero verificato gli inquirenti, che nelle scorse ore si sono recati alla casa di cura per accertarsi delle condizioni della signora. Il ministro Minniti conferma le indagini

votare

SANT’AGATA LI BATTIATI (CATANIA) – La signora di 88 anni protagonista (suo malgrado) della vicenda di Sant’Agata li Battiati non poteva firmare. E’ quanto avrebbero verificato gli uomini della Digos, che nelle scorse ore si sono recati presso la casa di cura “Maria Regina” per accertarsi delle condizioni dell’anziana, nell’ambito dell’inchiesta avviata dalla Procura di Catania che indaga

‘Gettonopoli’ a Messina: 17 consiglieri condannati per falso e abuso d’ufficio

Per tutti è scattata l'interdizione dai pubblici uffici per la durata di 5 anni

gettonopoli

MESSINA – Si è chiuso con la condanna dei 17 consiglieri comunali di Messina accusati di falso e abuso d’ufficio nell’ambito della cosiddetta inchiesta Gettonopoli aperta dalla Procura della Repubblica peloritana. La sentenza di primo grado è arrivata nella tarda serata di ieri. Questi i consiglieri condannati: Giovanna Crifo’,  4 anni e 10 mesi; Piero