Fiumefreddo presidente: “Una Sicilia da vivere”

L'avvocato in campo con i liberali: "Alternativi a destra, sinistra e Grillo. Il programma? Infrastrutture, giovani e lavoro"

Fiumefreddo

La voce circola insistentemente da giorni, e il diretto interessato non nega di essere in procinto di prendere una decisione. L’amministratore unico di Riscossione Sicilia Antonio Fiumefreddo potrebbe scendere in campo per le prossime Regionali alla guida di una lista di liberali, già lanciata con il nome “LiberaItalia”

Quel deserto chiamato Sicilia dove Cuffaro e Lombardo diventano eroi

Il sistema clientelare, la disperazione dei cittadini ed il bisogno delle famiglie. Ma anche una cultura del favore che tiene questa terra prigioniera

cuffaro

Totò Cuffaro, condannato per favoreggiamento a Cosa Nostra, espìa la pena, viene scarcerato e torna ad occuparsi di politica, osannato. Raffaele Lombardo, condannato per voto di scambio con Cosa Nostra, partecipa ad una manifestazione politica ad Enna, e pare quasi che soltanto la mano non gli abbiano baciato. Folle di simpatizzanti accorrono ad ogni appuntamento in cui è possibile scorgere i due ex delfini dell’ex ministro Calogero Mannino, poi diventati entrambi Presidenti

Ministro Poletti, si tolga lei dai piedi…

Abbia un sussulto di dignità e se vorrà veramente scusarsi, piuttosto: si dimetta.

Tra quei giovani che sono andati, o son dovuti andare, all’estero per trovare lavoro ce ne sarebbero per il Ministro Poletti, si proprio lui il ministro del lavoro, alcuni che è meglio perdere, come usa dirsi, e che è bene che se ne stiano la dove sono in esilio piuttosto che averli qua fra i piedi

Emigrare! Quando i giovani talenti lasciano l’Italia

E’ questa l’Italia fondata sul lavoro? L’Italia che produce? Quella del Job Act?

Emanuele Lombardo aveva fatto tanti lavori nella sua terra natia: umili lavori, precariato, consulente per ditte di agroalimentari. Malpagato e sfruttato, ai limiti della dignità umana. Nel 2010 la crisi economica ha colpito anche lui e sua moglie Oriana.

Crisi, giovani consumatori responsabili crescono

I risultati di una ricerca di Codici-Sicilia

amt

Sul campione scelto per le interviste, costituito da 194 studenti universitari dell’Ateneo catanese, è alta la percentuale di coloro che controllano la qualità dei prodotti che intendono acquistare (94,8%) e che si documentano attentamente sulle loro caratteristiche (88,7%)

Caro ministro ti scrivo (così non ti distrai più)

Lettera aperta al ministro del Lavoro Giuliano Poletti dopo la polemica scaturita da una sua frase sui giovani

Caro ministro Poletti, c’erano una volta i “bamboccioni”, poi vennero i “choosy” – era quel tempo che eravamo tutti molto europei, coi loden e l’humor british di contorno, tanto allora il Regno Unito in Europa ci stava ancora – e adesso, bontà sua, c’è: “Conosco gente che è andata via e che è bene che