Bagheria, revocato l’obbligo di firma per il sindaco Cinque

Lo ha deciso il GIP di Termine Imerese. Il PM aveva detto no alla richiesta dei legali di Patrizio Cinque che è indagato per falso ideologico, violazione del segreto d'ufficio e abuso d'ufficio

cinque

BAGHERIA (PALERMO) – Revocata la misura d’obbligo di firma imposta al sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque. Lo ha deciso il GIP di Termini Imerese, accogliendo la richiesta avanzata dai legali del primo cittadino durante l’interrogatorio di garanzia del loro assistito che è indagato per falso ideologico, violazione del segreto d’ufficio e abuso d’ufficio.  La Procura di Termini