Sindaco in predicato. Lavora a Strasburgo ma gli manca Catania

Dopo aver rifiutato la Regione, pare scontato che Salvo Pogliese possa correre nel 2018 per la poltrona di sindaco di Catania

Per tutti ormai, è l’uomo che ha portato Silvio Berlusconi a Catania dopo quasi dieci anni di assenza. Come a dire che in Forza Italia Salvo Pogliese – ex AN convertito sulla via di Arcore ai tempi del Pdl – si è più che ambientato, facendone casa sua. Tra gli artefici del successo degli azzurri alle ultime Regionali – compreso

Impresentabili,dall’Antimafia un’inutile lista di proscrizione

A quasi un mese dalle elezioni che hanno consacrato Nello Musumeci nuovo Presidente della Regione, ecco i nomi della Commissione Antimafia, un Commissione sempre più politica e sempre meno credibile

ROMA – “Impresentabili”. Uno dei leit motiv della campagna elettorale per le Regionali del 5 novembre, dominata dal dibattito sulle liste pulite e sulle candidature più o meno discutibili dei partiti, specie nella coalizione di centrodestra (ma anche il centro sinistra e il Movimento Cinque Stelle in corso d’opera avevano mostrato qualche candidatura “a rischio”).

Abbiamo perso?

Ha senso beccarsi una querela a settimana, metterci la faccia sempre, esporla all’odio e alla violenza del sistema, se quel sacrificio non serve?

Un giornale per dare voce alla libertà, libertà di espressione, libertà di denuncia, di difesa dei valori in cui si crede e per i quali si è disposti a battersi. Con questa ambizione sono nati prima Sud e poi Tribù. Nel convincimento che il far sapere a tutti potesse rendere tutti più coscienti, o ,

Presidente, su Genovese non giochi con le parole

Il neo-governatore Nello Musumeci è intervenuto sulla vicenda del maxi sequestro a carico della famiglia Genovese. Luigi, figlio di Francantonio e deputato regionale di Fi, è indagato per riciclaggio 

Genovese

PALERMO – Ha scelto proprio gli Stati Generali della Lotta alle mafie, il Presidente della Regione Nello Musumeci, per intervenire sulla vicenda del maxi sequestro a carico della famiglia Genovese, messo a segno nelle scorse ore dalla Guardia di Finanza di Messina. Una vicenda che tocca da vicino uno dei deputati più chiacchierati (sic!) della

“Impresentabili”, arriva (forse) l’elenco dell’Antimafia. Quello degli indagati nel frattempo si allunga

La leggendaria lista potrebbe arrivare "la prossima settimana". Nell'attesa, ecco chi sono al momento gli indagati dentro e fuori la nuova ARS

PALERMO – La leggendaria lista della Commissione nazionale antimafia degli “impresentabili” candidati alle Regionali del 5 novembre potrebbe arrivare “la prossima settimana”. Lo ha reso noto il Presidente dell’organo parlamentare, onorevole Rosy Bindi, parlando ai cronisti a seguito del maxi-sequestro operato dalla Guardia di Finanza di Messina nei confronti della famiglia Genovese – con la

Portopalo, truffa e falso per ricevere finanziamenti UE: 7 indagati, c’è anche l’ex deputato Coltraro

Tra gli indagati un dirigente dell’ufficio tecnico del Comune e l'ex deputato regionale all’epoca segretario della Commissione “Attività Produttive” dell'Assemblea Regionale Siciliana

Coltraro

PORTOPALO (SIRACUSA) – Falsità materiale ed ideologica, abuso d’ufficio, soppressione di atti pubblici, uso di atti falsi e tentata truffa aggravata, finalizzata all’erogazione delle agevolazioni finanziarie della Comunità Europe. Sono i reati ipotizzati dai PM della Procura di Siracusa, che nelle scorse ore hanno notificato sette avvisi di conclusione delle indagini ad altrettante persone accusate di

De Luca a Musumeci: “Non ho la rogna, Sicilia Vera merita un posto in Giunta”

Nuovo post del neo deputato regionale Udc che si rivolge al neo governatore:  "La smetta di coltivare il campo dell'ipocrisia istituzionale" e propone Giuseppe Lombardo, presidente del suo Movimento, per un assessorato"

MESSINA – “Presidente Musumeci detto Nello…Cateno De Luca non ha la rogna!”. Inizia così l’ennesimo post, con video annesso, del neo deputato regionale Udc da mercoledì scorso ai domiciliari per una maxi evasione fiscale. Ringalluzzito dall’assoluzione al processo sul cosiddetto “Sacco di Fiumedinisi”, il paesino sui Nebrodi di cui in passato è stato sindaco, il

Arresto De Luca, M5s a Musumeci: “Voto alterato, scusati” Lui: “Le mie scelte saranno improntate alla prudenza”

L'affondo di Cancelleri e Corrao che rilanciano la questione degli impresentabili. La replica del neo presidente della Regione. Bindi: "Fatto gravissimo, speriamo sia l'ultimo"

cancelleri

MESSINA – Arrivano le prime reazioni sull’arresto del deputato regionale Cateno De Luca, avvenuto ad appena due giorni dalle elezioni che lo avevano riportato all’ARS nella maggioranza del presidente Nello Musumeci. A commentare la vicenda, tornando sul tema degli impresentabili che aveva dominato la campagna elettorale, è Giancarlo Cancelleri, candidato alla presidenza della regione del Movimento Cinque Stelle

Dallo show in mutande alla rielezione e all’arresto Ritratto dell’impresentabile Cateno De Luca

Il deputato regionale, rieletto all’ARS alle ultime elezioni nelle fila dell’Udc, è finito ai domiciliari con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata all’evasione fiscale. Dopo le Regionali puntava a fare il sindaco di Messina

MESSINA – “I nostri non sono voti drogati ma è un consenso puro. Mi prenderò una pausa di una settimana con l’auspicio che il 9 si chiuda il mio calvario giudiziario per essere un uomo libero e coltivare i miei valori”. Così Cateno De Luca festeggiava lunedì sera la sua rielezione nelle file dell’Udc. E

Genovese jr sbanca e consegna la Regione a Musumeci

Con due terzi delle sezioni scrutinate e il vantaggio del candidato del centrodestra Nello Musumeci ormai consolidato, è possibile cominciare a tracciare una geografia del voto 

PALERMO – Con due terzi delle sezioni scrutinate e il vantaggio di Nello Musumeci ormai consolidato, è possibile incominciare a tracciare una geografia del voto per provare a capire dove si sia realizzata davvero la vittoria. Come mostrano i risultati delle liste nei singoli collegi, l’aspirante governatore del Movimento Cinque Stelle Giancarlo Cancelleri strappa all’avversario, al momento,