Catania, i “morti” portano Berlusconi, Meloni e Salvini

Ieri il Cavaliere ha arringato il suo popolo dal palco del teatro Politeama di Palermo. Oggi replica a Catania, dove sono presenti anche i leader di Lega e Fratelli d'Italia

CATANIA – Ai tempi dell’ultima visita, durante la campagna elettorale per le politiche del 2008, Silvio Berlusconi era ancora il dominus della politica italiana e si preparava a tornare al governo per la terza volta. E la città ai piedi dell’Etna, amministrata dal medico-erborista Umberto Scapagnini, avrebbe portato il suo degno contributo al trionfo elettorale

Regionali, che fine hanno fatto le “mirate azioni di controllo” sul voto chieste da Minniti al Prefetto?

Delle misure straordinarie chieste dal Ministro per scongiurare alterazioni del risultato elettorale a Catania non si parla ancora. E intanto il voto si avvicina

Minniti

CATANIA – Maggiori controlli sul voto del 5 novembre. E particolare attenzione a eventuali tentativi da parte della criminalità organizzata di condizionare l’esercizio democratico. E’ quanto aveva chiesto il ministro dell’Interno Marco Minniti in una lettera inviata lo scorso 25 ottobre ai Prefetti siciliani, sollecitando “interventi mirati” volti ad impedire qualunque alterazione dei risultati. La

Caso Li Destri, tutti i “buchi” nella difesa del candidato sui rapporti con il cugino sotto processo per mafia

L'imprenditore in corsa nel collegio di Palermo aveva affermato di non parlare con il cugino da trent'anni. Ma le carte dell'operazione "Black cat" sembrano smentirlo

Li Destri

PALERMO – Con il cugino imputato per mafia assicura di non avere rapporti da anni. Ma Giacomo Li Destri, imprenditore edile di Caltavuturo candidato all’ARS con il M5s, con la mafia delle Madonie ci avrebbe avuto lo stesso a che fare. Come vittima di estorsione, pagando il pizzo e “mettendo a posto” le cose con i clan. E’

Berlusconi ci ripensa: sarà a Catania il 2 novembre

Dopo i tira e molla della scorsa settimana, secondo le agenzie di stampa giovedì 2 novembre il leader azzurro sarà ai piedi dell'Etna per una convention in sostegno di Nello Musumeci

CATANIA – Sì, no, forse. Se la salute politica di un leader si misurasse dalla sua capacità di cambiare programma in corsa, Silvio Berlusconi sarebbe ancora il numero uno. Dopo i tira e molla della scorsa settimana, con l’incontro di sabato 28 alle Ciminiere di Catania spostato per motivi d’agenda, e la tappa di Palermo dell’indomani rinviata

Il Movimento Cinque Stelle all’attacco di Orlando: “Ministro della Giustizia complice degli impresentabili”

I rappresentanti del M5s in Commissione antimafia attaccano sulla consegna delle liste denunciando il "grave insabbiamento" del Guardasigilli

La Commissione bicamerale antimafia non consegnerà la lista dei candidati “impresentabili” prima delle elezioni del 5 novembre. La notizia, nell’aria da alcuni giorni, è stata ufficializzata nelle scorse ore dal presidente dell’organo parlamentare Rosy Bindi. Troppi dati da vagliare in troppo poco tempo, è il senso della nota diffusa dall’Antimafia, che si era recata in

Minniti dopo l’appello di LiberaItalia e M5s: “Vigilare su Regionali”

Il titolare del Viminale ha chiesto ai Prefetti siciliani di implementare i servizi di vigilanza già predisposti per revenire eventuali interferenze della criminalità

Minniti

ROMA – Un rafforzamento delle attività di controllo del territorio e del procedimento elettorale, “al fine di scongiurare il rischio di alterazione del libero esercizio del voto”. E’ quanto ha promesso il Ministro degli Interni Marco Minniti al Presidente della Regione Rosario Crocetta, dopo le richieste sulla necessità di vigilare sul voto del 5 novembre per evitare

Riscoppia la polemica sugli “impresentabili”. Un condannato in primo grado con DiventeràBellissima

LiveSiciliaCatania rilancia la polemica sugli "impresentabili" portandola "dentro casa" di Nello Musumeci

DiventeràBellissima

CATANIA – Una condanna in primo grado a quattro anni per il processo sulla compravendita dei diplomi a Gela. Una condanna in secondo grado della Corte dei Conti ad un risarcimento di 890 euro nell’ambito della “rimborsopoli” alla Provincia di Catania. Sarebbero questi, secondo LiveSicilia, i guai giudiziari di Ernesto Calogero, ex consigliere provinciale candidato

Berlusconi pianta in asso Musumeci e i catanesi. Spostato a Palermo il duello con Grillo (e Salvini)

Niente grande ritorno a Catania per il Cav, che preferisce una convention palermitana con Micciché. Sullo sfondo la polemica sugli "impresentabili"

Berlusconi

CATANIA – Un po’ di delusione c’è. “Comu, non veni Bellusconi? Ammenu n’ arrialava ‘n pocu di soddi!“, commentano dalle parti di villa Pacini alla notizia, diffusa oggi pomeriggio, della cancellazione della visita del leader di Forza Italia a Catania. Un appuntamento attesissimo, quello di sabato 28, con il Cavaliere a sostenere Nello Musumeci alle Ciminiere per tirare la

Inchiesta Priolo, revocati i domiciliari a Rizza

Il Gip del Tribunale di Siracusa Giuseppe Tripi ha disposto il divieto di dimora a Priolo per l'ex sindaco, arrestato sabato scorso per truffa e turbativa d'asta 

PRIOLO GARGALLO (SIRACUSA) – Tutto secondo i piani. Il Gip del Tribunale di Siracusa Giuseppe Tripi ha revocato i domiciliari all’ormai ex sindaco di Priolo Antonello Rizza, arrestato una settimana fa per truffa e turbativa d’asta nell’ambito dell’operazione “Res publica”, che ha svelato un “consolidato sistema di illegalità diffuso all’interno e all’esterno dell’amministrazione comunale priolese”. 

L’Antimafia “valuta” gli impresentabili: citati anche La Via, Sammartino e Aiello

Tra la quarantina finiti sul tavolo della Commissione Antimafia sbarcata ieri a Palermo sono finiti anche altri nomi di candidati alle prossime regionali

Antimafia

PALERMO – Si allunga la lista degli impresentabili. Tra la quarantina finiti sul tavolo della Commissione Antimafia sbarcata ieri a Palermo spuntano anche altri nomi di candidati alle prossime Regionali. Su tutti quelli di Giovanni La Via, Luca Sammartino e Francesco “Ciccio” Aiello. L’eurodeputato di Alternativa Popolare – vice presidente designato di Fabrizio Micari e candidato-capolista per il partito di