Inchiesta Piramidi, Crocetta su dirigenti coinvolti: “Tolleranza zero”

Sull'inchiesta Piramidi, che ha evidenziato gli interessi della mafia nello smaltimento dei rifiuti, interviene anche Rosario Crocetta

PALERMO – Sull’inchiesta Piramidi – messa a segno nelle scorse ore dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catania, che ha evidenziato un intreccio di interessi criminali intorno allo smaltimento dei rifiuti nella provincia di Siracusa – interviene anche il Presidente della Regione Rosario Crocetta. “Nessuno sconto e tolleranza zero –  dice il governatore riferendosi ai funzionari regionali fermati

Gettonopoli Catania: “Ma quale ‘banda’ di consiglieri comunali”

L'inchiesta nelle parole dei protagonisti che provano a spiegare la propria versione

  CATANIA – “Ma quale banda di consiglieri comunali”. Processo mediatico, clima surreale ed errori macroscopici. Sono queste le parole chiave del cosiddetto scandalo “Gettonopoli” al Comune di Catania, secondo i suoi protagonisti. 34 consiglieri e 17 segretari di Commissione, imputati per scelta del presidente dei Gip etnei Nunzio Sarpietro, nonostante la richiesta di archiviazione del

Cara di Mineo, M5S attacca: “Castiglione si dimetta oppure agisca Gentiloni”

"Se non lo fa, sia Gentiloni ad accompagnarlo alla porta”

Voli

Ignazio Corrao, deputato europeo del Movimento 5 Stelle commenta i nuovi dettagli sul presunto coinvolgimento del sottosegretario all’agricoltura Giuseppe Castiglione nell’ambito dell’inchiesta sul Cara di Mineo

Massoneria, politica e malaffare: il triangolo “scomodo”

Le inchieste della magistratura dal 1986 ad oggi

Coinvolti tutti: medici, avvocati, politici, giornalisti, dipendenti pubblici, uomini delle forze dell’ordine, liberi professionisti. Tanti di questi nomi non li ritroviamo più nelle liste ufficiali, rese pubbliche negli anni scorsi dagli organi di stampa. Ma chi entra in Massoneria come iniziato non ne esce più.

Processo Iblis, arriva il secondo grado. Tutti i nomi dei condannati

Il processo che in primo grado aveva coinvolto parecchi “pesci grossi” della politica e dell’imprenditoria siciliana

Iblis, parte seconda. E’ arrivata ieri la sentenza della prima sezione penale della Corte d’Appello di Catania sul processo che in primo grado aveva coinvolto parecchi “pesci grossi” della politica e dell’imprenditoria siciliana, i cui collegamenti con la criminalità organizzata sono nel mirino dell’inchiesta del Ros coordinata sin dal 2005 dai pm Antonino Fanara e