Giunta, B. con il 16% dei voti si prende il 40% delle poltrone

In Sicilia FI cinge d'assedio il governatore e incassa cinque assessorati su dodici. A cui andrebbe ancora aggiunta la poltrona di presidente dell'ARS a cui punta Micciché

PALERMO – Doveva essere il primo presidente scelto dal popolo superando i diktat dei partiti. Sopratutto di quello di Arcore, che nella quarta età di Silvio Berlusconi si mostra incredibilmente vitale. In Sicilia Forza Italia cinge d’assedio Nello Musumeci e incassa ben cinque assessorati su dodici. Oltre il 40% dei posti di governo a fronte del 16% raccolto alle

Centrodestra, tutti con Musumeci (anche i cuffariani)

Il leader di #DiventeràBellissima sarà affiancato da Gaetano Armao e Roberto Lagalla. Ecco tutti i nomi della coalizione 

centrodestra

La sospirata ufficialità è finalmente arrivata. Sarà Nello Musumeci il candidato di una larga coalizione di centrodestra, in un ticket “doppio” con il leader dei Siciliani Indignati Gaetano Armao – indicato come futuro Assessore all’Economia – e con Roberto Lagalla, capo della lista IdeaSicilia e Assessore designato alla Cultura.

Feste, amici e lavatrici: il Ferragosto social dei candidati presidente

Gli aspiranti inquilini di Palazzo d'Orleans scelgono di condividere con i follower-elettori il loro Ferragosto. E non c'è che l'imbarazzo della scelta

CANDIDATURE

Nell’epoca dei social network non esistono momenti privati. Sopratutto se ti accingi a correre per la carica di Presidente della Regione Siciliana, e la calda estate non è altro che un riscaldamento per la campagna elettorale che inizierà ufficialmente in autunno

Saro e gli altri: gli outsider per Palazzo d’Orleans

Destra, sinistra e centro combattono la noia di questa calda estate annunciando candidati, supponendo nomi che però devono restare blindatissimi. Certi al momento soltanto i battitori liberi 

isola

In realtà i nomi che circolano sono sempre gli stessi, diciamocelo, non ci si aspettano grosse novità e neanche sorprese. Le uniche certezze sono i battitori liberi che hanno già annunciato la propria candidatura ma che, al momento, non hanno coalizioni pronte a supportarli nella loro corsa

Regionali, Lagalla vara IdeaSicilia: “Io candidato? Lo diranno i siciliani”

Il progetto è stato tenuto a battesimo qualche ora fa dall'ex rettore dell'Università di Palermo

Un nome in campo per le prossime Regionali, tra molti ancora in forse in questa delicata fase politica, potrebbe esserci già. Manca ancora l’ufficialità, ma il progetto ha tutta l’aria di voler competere sul terreno elettorale. Si chiama “IdeaSicilia” ed è il movimento tenuto a battesimo qualche ora fa dall’ex rettore dell’Università degli Studi di Palermo Roberto Lagalla.