Salta la sfida a distanza tra Berlusconi e Grillo

Cambia ancora la data della convention elettorale del leader di Forza Italia che sarà a Palermo l'1 novembre e non domenica prossima, quando in città arriveranno Salvini e Grillo reduce dal "Catania day"   

PALERMO – Salta il duello a distanza tra Silvio Berlusconi e Beppe Grillo. L’ex premier sarà a Palermo mercoledì 1 novembre e non, come previsto inizialmente, sabato prossimo, 28 ottobre, quando sarebbe dovuto intervenire al Teatro Politeama a una convention di Forza Italia. E’ il secondo cambio di programma della visita del Cavaliere in Sicilia, in vista delle Regionali del 5

Immigrati, treni e derby: Salvini presenta la sua lista

Il leader della Lega in visita a Catania: "Impresentabili del centrodestra? Io sostengo Nello Musumeci e la lista di Noi con Salvini. Se Forza Italia e altri hanno fatto scelte sbagliate è un problema loro"

Salvini

Arriva puntualissimo al Mercure Hotel di Catania, dove lo aspettano i giornalisti per la conferenza stampa. Dopo aver varcato la porta dell’albergo, però, Matteo Salvini si perde dietro una raffica di selfie. Così il convenzionale quarto d’ora accademico (in versione politico-elettorale) trascorrerà con i cronisti in semicerchio impegnati a tenere la posizione per non perdersi il leader della Lega Nord quando arriverà. Premura inutile, perché quando esauriti i selfie Salvini si manifesterà il semicerchio esploderà in grumo confuso di telecamere, microfoni e smartphone.

Attaguile molla Musumeci ma Giorgetti lo smentisce

Duro altolà al Segretario di Noi con Salvini, che poche ore fa aveva chiesto al leader di #DiventeràBellissima di farsi da parte

gIORGETTI

“La questione della candidatura alla presidenza della regione Sicilia la sta seguendo direttamente Matteo Salvini nell’ottica di un centrodestra unito. In questo senso l’unica proposta presa in considerazione è Nello Musumeci, in grado di ripulire, rilanciare e dare un futuro migliore alla Sicilia”. Sono le parole del vicesegretario della Lega Nord Giancarlo Giorgetti, in merito alla scelta del candidato dei salviniani per le Regionali del 5 novembre

Attaguile: “Musumeci non è riuscito a unire, faccia passo indietro”

Il segretario nazionale di Noi con Salvini chiude al leader di #DiventeràBellissima: "Lo faccia per il bene della coalizione di centrodestra"

musumeci

CATANIA – Dopo l’appello all’unità lanciato da Silvio Berlusconi a nuovi e vecchi alleati del centrodestra in cui il Cavaliere ha tracciato, seppur senza mai nominarlo, l’identikit di Gaetano Armao come candidato a governatore della Sicilia, arriva un altro stop alla corsa di Nello Musumeci per le Regionali del 5 novembre. Il mittente è Angelo

Regionali, lo strappo di Attaguile che restringe il centrodestra

Il segretario di Noi con Salvini contro l'apertura di Miccichè ad Alfano. Ultimatum a Musumeci: "O noi o loro"

attaguile

CATANIA – Mentre Miccichè, dopo il via libera di Berlusconi, è al lavoro per allargare la coalizione, il centrodestra siciliano perde pezzi. A sfilarsi dall’alleanza è il movimento Noi con Salvini che in una nota infuocata del segretario nazionale Angelo Attaguile annuncia un proprio candidato governatore alle Regionali del 5 novembre. “Come abbiamo sempre sostenuto sin

Ong, Salvini: “Ci aspettiamo i primi arresti, ma al Governo gente poco seria”

Dopo aver pernottato al Cara di Mineo, il leader della Lega attacca Gentiloni: "Tace e per me è complice". Pieno sostegno a Zuccaro: "Chi  tocca il procuratore di Catania tocca noi"

ong

CATANIA – Il ferro va battuto finché è caldo. Lo sa bene Matteo Salvini che a distanza di pochi giorni dalla sua ultima visita torna ai piedi dell’Etna per “stare sul pezzo”. Il caso Ong sollevato dalla denuncia del procuratore di Catania Carmelo Zuccaro è troppo ghiotto per mollare la presa. E così il leader

Corteo anti Salvini, Digos sequestra fumogeni ad antagonisti

Erano destinati alla manifestazione del collettivo "Aleph" 

CATANIA- Trentuno torce fumogene da stadio e tre barattoli fumogeni sono stati sequestrati da agenti Digos nel corso di perquisizioni nelle abitazioni di due noti militanti antagonisti etnei. Secondo gli investigatori, il materiale doveva essere verosimilmente utilizzato durante il corteo di protesta organizzato ieri ad Aci Castello dal collettivo antagonista etneo “Aleph” contro il comizio tenuto