Telefonata Renzi-De Benedetti, denuncia del M5s al Parlamento Europeo

Nel gennaio 2015 il segretario del PD avrebbe comunicato in anticipo all'editore l'approvazione da parte del Governo di un decreto legge sulle banche popolari. L'attacco dei Cinque Stelle

Renzi

BRUXELLES – “La telefonata fra Renzi e De Benedetti è un chiaro esempio di come funziona in Italia l’informazione. Abbiamo denunciato al Parlamento europeo la commistione Pd-giornali-banche, un bubbone che soffoca la democrazia e la libertà dei cittadini”. Non usa mezzi termini l’eurodeputato Ignazio Corrao, coordinatore della campagna nazionale del Movimento 5 Stelle, per descrivere la vicenda

Emergenza rifiuti, l’attacco del Movimento 5 Stelle: “Musumeci fa soltanto proclami come Crocetta”

Sulla crisi delle discariche siciliane arriva l'affondo dei deputati del M5s. Che annunciano la partecipazione al sit in dei sindaci del 18 gennaio

PALERMO – Sette-otto mesi di autonomia per le discariche siciliane. Poi il collasso del sistema dei rifiuti, con conseguenze imprevedibili per l’isola. Era stato lo stesso Nello Musumeci a dipingere un quadro a tinte fosche della gestione della “monnezza” in Sicilia, sin dalle prime battute del suo mandato. Quando il Presidente della Regione aveva chiesto maggiori poteri

M5s all’attacco dopo le dimissioni di Figuccia: “Musumeci è il Crocetta di centrodestra”

La posizione del Movimento siciliano sulla defezione in Giunta. E sugli stipendi da favola dell’Ars il gruppo promette battaglia

Commissioni

PALERMO – Musumeci come Crocetta. Anzi peggio. È l’attacco del Movimento Cinque Stelle siciliano all’indomani delle dimissioni dell’Assessore ai Rifiuti Vincenzo Figuccia, che ha lasciato la Giunta dopo la polemica natalizia con il Presidente dell’ARS Gianfranco Micciché sugli stipendi d’oro di Palazzo d’Orléans. Una vicenda che ha portato alla prima defezione nel Governo regionale, ad appena

Maxi-stipendi, l’attacco di Corrao a Micciché: “Sue parole disgustose e intollerabili”

Le parole dell'eurodeputato del Movimento Cinque Stelle sulla querelle innescata qualche giorno fa dalle dichiarazioni del Presidente dell'ARS 

MAXI-STIPENDI

PALERMO – Arriva anche la presa di posizione dell’eurodeputato del Movimento Cinque Stelle Ignazio Corrao sulla querelle innescata qualche giorno fa dalle dichiarazioni del Presidente dell’ARS Gianfranco Micciché sull’abolizione del tetto ai maxi-stipendi per i dirigenti dell’ARS a partire dal 1° gennaio 2018. Frasi che avevano innescati aspre polemiche, quelle del numero uno del Parlamento

ARS, votati i Presidenti di Commissione. Tutti i nomi

In Sala d'Ercole è stata definita la composizione delle Commissioni, in attesa di votare in questi minuti i Presidenti e i Vicepresidenti

PALERMO – Polemiche, ammiccamenti, rinvii. Alla fine, con qualche ora di ritardo, le Commissioni dell’Assemblea Regionale Siciliana sono state formate e i Presidenti sono stati eletti. Era stata convocata per questa mattina la seduta dell’ARS che avrebbe dovuto stabilire le Commissioni, dopo il rinvio pre-natalizio dovuto alla mancanza di un accordo in seno alla maggioranza

Ambiente, la denuncia di Corrao: “In Sicilia troppi progetti non assoggettati alla Vas”

L’europarlamentare del Movimento rilancia l’appello dell’associazione “San Cataldo - la baia dell’illegalità” e chiede l'intervento della Commissione ambiente all'ARS

VAS

PALERMO – “In Sicilia ci sono troppi progetti che non vengono assoggettati alla Vas, la Variazione Ambientale Strategica, perché probabilmente rappresentano interessi privati e particolari che alimentano quell’anomalia tutta siciliana già peraltro oggetto di indagini da parte della Commissione Europea. Ci segnalano ombre anche sul progetto di costruzione di un villaggio turistico a Trappeto nel Palermitano

Ars bloccata sulle Commissioni, rinvio a dopo Natale. M5s: “Tempi risicati per il Bilancio”

La "cavalcata" per riassetto istituzionale dell'ARS, invero piuttosto lenta, si è interrotta oggi sulla definizione delle Commissioni parlamentari. Preoccupazione per il bilancio provvisorio

Commissioni

PALERMO – Tutto rimandato a dopo Natale. La “cavalcata” per il riassetto istituzionale dell’ARS, invero piuttosto lenta, si è interrotta oggi sulla definizione delle Commissioni parlamentari. Nessun accordo tra le forze politiche per la formazione delle stese. Come stabilito dal vicepresidente dell’Assemblea, Roberto Di Mauro, i lavori slitteranno a dopo Natale. A formalizzare l’elenco dei deputati designati per ciascuna commissione, oggi,

Catania, i Revisori bocciano i conti del Comune. M5s: “Pietra tombale su gestione Bianco”

Duro commento delle parlamentari Giulia Grillo e Nunzia Cataldo dopo i due pareri non favorevoli da parte dei Revisori dei Conti sul Bilancio economico patrimoniale dell’esercizio 2016 e quello sul Bilancio consolidato 2016

CATANIA – “Il disastro economico compiuto dal sindaco di Catania Enzo Bianco è arrivato al capolinea. Quello che abbiamo sempre denunciato, anche attraverso interrogazioni parlamentari, si sta manifestando in tutta la sua tragicità”.  E’ il duro commento della deputata M5S Giulia Grillo e della senatrice Nunzia Catalfo a seguito dei due pareri non favorevoli da

ARS, Miccichè eletto presidente al terzo tentativo Quattro voti più del previsto per lui dopo la bagarre

Il commissario siciliano di Forza Italia con 39 preferenze ha superato il quorum di 35 voti previsto nel terzo scrutino segreto ed è stato eletto, 11 anni dopo la prima esperienza, presidente dell'Assemblea regionale siciliana

PALERMO – Dopo le due fumate nere di ieri, Gianfranco Miccichè centra l’obiettivo. Il commissario siciliano di Forza Italia con 39 preferenze ha superato il quorum di 35 voti previsto nel terzo scrutino segreto ed è stato eletto, 11 anni dopo la prima esperienza, presidente dell’Assemblea regionale siciliana. I votanti sono stati 69. Su Margherita La

Ars, al via la XVII legislatura: ancora in bilico l’elezione di Miccichè

I 70 deputati chiamati a eleggere il presidente di Sala d'Ercole. Il centrodestra dispone di 36 voti, sufficienti al secondo scrutinio, ma un'assenza rende tutto più complicato

ricorsi

PALERMO – Si apre il sipario sulla diciassettesima legislatura dell’Ars. E’ da poco iniziata a Palazzo dei Normanni la seduta d’insediamento dei 70 deputati chiamati a eleggere il presidente di Sala d’Ercole. Poltrona ambita da Gianfranco Miccichè, che però dovrà fare i conti con i numeri risicati del centrodestra che dispone di 36 deputati. Nelle