ARS, Miccichè eletto presidente al terzo tentativo Quattro voti più del previsto per lui dopo la bagarre

Il commissario siciliano di Forza Italia con 39 preferenze ha superato il quorum di 35 voti previsto nel terzo scrutino segreto ed è stato eletto, 11 anni dopo la prima esperienza, presidente dell'Assemblea regionale siciliana

PALERMO – Dopo le due fumate nere di ieri, Gianfranco Miccichè centra l’obiettivo. Il commissario siciliano di Forza Italia con 39 preferenze ha superato il quorum di 35 voti previsto nel terzo scrutino segreto ed è stato eletto, 11 anni dopo la prima esperienza, presidente dell’Assemblea regionale siciliana. I votanti sono stati 69. Su Margherita La

Ars, al via la XVII legislatura: ancora in bilico l’elezione di Miccichè

I 70 deputati chiamati a eleggere il presidente di Sala d'Ercole. Il centrodestra dispone di 36 voti, sufficienti al secondo scrutinio, ma un'assenza rende tutto più complicato

ricorsi

PALERMO – Si apre il sipario sulla diciassettesima legislatura dell’Ars. E’ da poco iniziata a Palazzo dei Normanni la seduta d’insediamento dei 70 deputati chiamati a eleggere il presidente di Sala d’Ercole. Poltrona ambita da Gianfranco Miccichè, che però dovrà fare i conti con i numeri risicati del centrodestra che dispone di 36 deputati. Nelle

Inceneritore, M5s a Musumeci: “Non inizi con un passo falso”

Resta alta la tensione sul termovalorizzatore, con la protesta convocata oggi pomeriggio dagli ambientalisti. Ma sul tema alzano la voce anche i pentastellati

Inceneritore

PALERMO – “Il cammino di Musumeci non inizi con un passo falso. Sulla questione inceneritore nella valle del Mela, nei piani del governo nazionale, faccia la voce grossa e si metta di traverso”. E’ la presa di posizione del Movimento Cinque Stelle siciliano sulla questione del termovalorizzatore che dovrebbe sorgere a San Filippo del Mela, nel messinese.

Sondaggio SWG, Bianco batte tutti. 6 catanesi su 10 non seguono la politica

Secondo la rilevazione dell'istituto demoscopico oltre la metà dei catanesi non sarebbe informata sui fatti della propria città

SWG

CATANIA – Sei catanesi su dieci non sono informati sui fatti della propria città. E rispondono “poco” o “molto poco” alla domanda: “Lei in che misura direbbe di essere informato sui fatti, anche politici, che riguardano il Comune di Catania?”. C’è anche questo nel sondaggio della SWG diffuso nelle scorse ore dall’Amministrazione catanese, nel quale

Accesso al credito, Corrao scrive alla BCE: “In Sicilia classe dirigente collusa e ignobile”

L'eurodeputato del M5s ha preso carta e penna per denunciare alla Banca Centrale Europea e alla Commissione Europea lo "stato disastroso" in cui versa il settore del credito nell'isola

BCE

BRUXELLES – “La situazione siciliana è drammatica. Più della metà della popolazione vive in famiglie in difficoltà economica sotto la soglia di povertà, e con il più basso tasso di occupazione d’Europa”. E’ l’impietosa fotografia scattata dall’eurodeputato del Movimento Cinque Stelle Ignazio Corrao, che nelle scorse ore ha preso carta e penna per denunciare alla

Dopo la Sicilia il M5s vince ad Ostia: Di Pillo batte il centrodestra 60 a 40

A due settimane dalla sconfitta alle Regionali siciliane, il Movimento Cinque Stelle trova il risultato positivo nelle elezioni per il rinnovo delle X Municipalità del Comune di Roma

Ostia

ROMA – Dopo le Regionali siciliane perse con il centrodestra due settimane fa, il Movimento Cinque Stelle trova il risultato positivo nelle elezioni per il rinnovo delle X Municipalità del Comune di Roma. A Ostia vince la candidata presidente dell M5s Giuliana Di Pillo, con il 60% di voti a fronte del 40% raccolto dall’avversaria Monica

Agrigento, arrestato il primo dei non eletti M5s all’Ars

Fabrizio La Gaipa, imprenditore di 42 anni, è finito ai domiciliari per estorsione. Secondo i PM avrebbe costretto due dipendenti del suo albergo a firmare buste paga false

AGRIGENTO – Ancora strascichi giudiziari sulle scorse elezioni Regionali. Dopo l’arresto del neo deputato Udc Cateno De Luca e l’iscrizione sul registro degli indagati per il neo eletto all’Ars Edy Tamajo di Sicilia Futura. Stavolta, a finire del mirino dei magistrati è un candidato del M5s. Fabrizio La Gaipa, primo dei non eletti nel collegio

Battiati, M5s presenta esposto in Procura sul voto dell’anziana interdetta: “Ristabilire il voto libero”

La denuncia del Movimento Cinque Stelle ai magistrati etnei, che già indagano sulla vicenda. Che nelle prossime ore potrebbe essere oggetto di una interrogazione parlamentare dei pentastellati al ministro competente

CATANIA – Giancarlo Cancelleri lo aveva preannunciato. L’episodio della casa di cura di Sant’Agata Li Battiati, nel catanese, dove un’anziana interdetta sarebbe stata fatta votare senza il consenso dei familiari è da considerarsi allarmante e “confermerebbe i nostri timori della vigilia sulla regolarità del voto che ci hanno indotto a chiedere l’intervento degli osservatori dell’Osce“.

Di Maio vs giornalisti, il cronista del Fatto: “Confermo tutto”

La versione di Luca De Carolis, tra i protagonisti della vicenda del ristorante palermitano dove i vertici del M5s avrebbero chiesto al proprietario di scegliere tra loro e i cronisti già seduti 

Fatto

PALERMO – “Vi dimostrate casta e giornalisti non liberi, arrampicandovi sugli specchi!!! E insisti come un omertoso qualunque continuando a negare!!! Spero che Travaglio prenda provvedimenti!”. E’ solo uno delle decine di commenti piovuti nelle ultime ore sulla bacheca di Luca De Carolis, cronista del Fatto Quotidiano, tra i protagonisti della vicenda del ristorante palermitano

Arresto De Luca, M5s a Musumeci: “Voto alterato, scusati” Lui: “Le mie scelte saranno improntate alla prudenza”

L'affondo di Cancelleri e Corrao che rilanciano la questione degli impresentabili. La replica del neo presidente della Regione. Bindi: "Fatto gravissimo, speriamo sia l'ultimo"

cancelleri

MESSINA – Arrivano le prime reazioni sull’arresto del deputato regionale Cateno De Luca, avvenuto ad appena due giorni dalle elezioni che lo avevano riportato all’ARS nella maggioranza del presidente Nello Musumeci. A commentare la vicenda, tornando sul tema degli impresentabili che aveva dominato la campagna elettorale, è Giancarlo Cancelleri, candidato alla presidenza della regione del Movimento Cinque Stelle