Da Bersani a Cuffaro, chi chiede la scarcerazione di Dell’Utri

A due giorni dalla decisione del Tribunale di Sorveglianza di Roma non si placa il dibattito sulla necessità di un trattamento umano per i detenuti anziani e malati

scarcerazione

ROMA – A due giorni dalla decisione del Tribunale di Sorveglianza di Roma, che giovedì ha respinto la richesta di sospensione della pena per motivi di salute per l’ex senatore Marcello Dell’Utri – 76 anni, in carcere per concorso in associazione mafiosa – non si placa il dibattito sulla possibilità di scarcerazione per i detenuti anziani e malati. Ad intervenire sulla vicenda,

Il caso Dell’Utri e il dramma della malattia in carcere

L'ex senatore e co-fondatore di Forza Italia ha annunciato la sospensione delle tre per protesta contro la decisione dei giudici DA BERSANI A CUFFARO, CHI CHIEDE LA SCARCERAZIONE

ROMA – Il grido di dolore si era levato ieri sulle colonne de Il Tempo: “Giudici, liberate il mio Marcello!”, urlava mattina la signora Miranda Ratti Dell’Utri in una lunga lettera pubblicata dal quotidiano romano. Sullo sfondo la decisione del giudice del Tribunale di Sorveglianza, che ieri pomeriggio ha respinto la richiesta di sospensione della

Dell’Utri, la provocazione di Sansonetti: “Perché non lo fuciliamo?”

Sulla vicenda dell'ex senatore, che sconta una condanna per mafia cui ieri il Tribunale ha negato la sospensione della pena per motivi di salute, è intervenuto anche il direttore de "Il Dubbio" 

Sansonetti

ROMA – Sulla vicenda di Marcello Dell’Utri, ex senatore di Forza Italia che sconta una condanna per mafia cui ieri il Tribunale di Sorveglianza ha negato la sospensione della pena per motivi di salute, è intervenuto anche il direttore de “Il Dubbio” Pietro Sansonetti. Che in un’editoriale pubblicato ieri ha lanciato una provocazione: “Ma allora