Naufragio dell’Epifania, sbarcati a Catania gli 86 superstiti

Sulla vicenda indaga la Squadra Mobile della Polizia di Stato di Catania, che sta raccogliendo le testimonianze dei migranti e del personale di bordo

NAUFRAGIO

CATANIA – E’ iniziato con una tragedia del mare il nuovo anno. E’ giunta questa mattina al Porto di Catania la nave “Diciotti” della Guardia Costiera italiana, con a bordo 86 superstiti di un naufragio avvenuto il giorno dell’Epifania al nord di Tripoli. Insieme ai sopravvissuti, purtroppo, la nave ha sbarcato anche i cadaveri di otto

Migranti, affonda un altro barcone: almeno 31 morti

Sull'imbarcazione viaggiavano circa 500 persone

ROMA – Un altro barcone che affonda, altri morti, almeno 31. Ma potrebbero essere di più perchè sull’imbarcazione partita dalla Libia verso le coste italiane erano stipati circa 500 migranti. Il naufragio è avvenuto a circa 30 miglia dalle coste libiche. Sono in corso le ricerche di altre persone finite in acqua. Le operazioni sono coordinate

Migranti, due nuovi naufragi nel Mediterraneo: i morti sarebbero 200

Le tragedie avvenute nelle ultime ore al largo delle coste libiche

CATANIA – Sarebbero circa 200 i migranti morti in due naufragi avvenuti nelle ultime 24 ore al largo delle coste libiche. Sul primo naufragio indaga la Procura di Ragusa. Grazie alle testimonianze dei 40 superstiti del gommone ribaltatosi, portati poi a Pozzallo, la polizia  ha individuato e fermato uno scafista somalo mentre altri tre sospettati sono

Droni, società ed ex militari: entriamo nei bilanci di una Ong

Che cosa sono le Ong e quale missione svolgono nel Mediterraneo? Quanto costa questa missione e chi finanzia il suo svolgimento?

Ong

Che cosa sono le Ong e quale missione svolgono nel Mediterraneo? Quanto costa questa missione e chi finanzia il suo svolgimento? Tutto avviene con la massima trasparenza o esistono delle zone d’ombra? Sono alcune delle domande sorte dalla denuncia del Procuratore di Catania Carmelo Zuccaro sul ruolo delle Ong nella gestione del fenomeno migratorio

Ong, l’allarme di Zuccaro: “Contatti diretti con trafficanti di uomini”

La Procura di Catania ha aperto le indagini da anni. In più di un'occasione il Procuratore ha spiegato che sulla gestione migranti non tutto è come sembra

ong

“Abbiamo evidenze che tra alcune Ong e i trafficanti di uomini che stanno in Libia ci sono contatti diretti. Non sappiamo ancora se e come utilizzare processualmente queste informazioni ma siamo abbastanza certi di ciò che diciamo”. Ad affermarlo, in un’intervista rilasciata ieri a La Stampa, è il Procuratore della Repubblica di Catania Carmelo Zuccaro.