Dal Cara di Mineo alla corte di Nello Musumeci

Con #Diventeràbellissima corre Giovanni Barbanti, ex consigliere di Mineo eletto nella Civica coordinata da Paolo Ragusa, ras delle cooperative sotto processo 

CATANIA – “E’ un movimento di opinione trasversale aperto a tutte le persone per bene, che muove da un patrimonio valoriale che appartiene all’area moderata, ma che si apre anche a chi ha storie e percorsi politici diversi“. E #Diventeràbellissima, la creatura fondata da Nello Musumeci con l’obiettivo di espugnare palazzo d’Orleans, nel segno del

Finanziaria, Vinciullo: “Dal governo nessuna collaborazione, esercizio provvisorio obbligatorio”

La Commissione Bilancio Ars chiedeva conto su 3 miliardi di spesa

Alla fine le relazioni tecniche chieste al governo Crocetta non sono arrivate. Per questa ragione il presidente della Commissione Bilancio Ars annuncia che chiederà la presentazione immediata dell’esercizio provvisorio. Ma la seduta d’aula è durata pochi minuti, giusto il tempo di prendere atto della mancata presentazione di un ddl per prorogare l’esercizio. Tutto rinviato al 28 febbraio, alle 16, quando mancheranno solo otto ore alla scadenza dell’esercizio provvisorio

Regionali Sicilia, quel sondaggio top secret che inguaia i Dem

M5S "guadagna" il 20% mentre il PD crolla con tutta la coalizione

Ecco il sentiment degli elettori siciliani fino a questo momento: avanti il M5S, alle costole il centrodestra, in pezzi il centrosinistra che anche riunendo le sue anime più disparate non arriverebbe nemmeno a sfiorare gli avversari

Inchiesta Cara Mineo, la difesa di Castiglione: “Agito sempre con rigore e trasparenza”

Il sottosegretario replica ad Attaguile e a Cancelleri

castiglione

La replica del sottosegretario alle Politiche agricole alimentari e forestali, Giuseppe Castiglione, indagato per corruzione finalizzata ad avere vantaggi elettorali nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Catania sull’appalto da 100 milioni di euro per la gestione del Cara di Mineo

CARA di Mineo, Odevaine vuota il sacco: si aggrava la posizione di Castiglione

Nelle carte dell'inchiesta l'intreccio politico-affaristico e le pressioni sulla stampa perché tacesse

Castiglione, riconfermato sottosegretario all’Agricoltura nel governo Gentiloni nonostante sia ad oggi indagato per fatti molto gravi, sarebbe stato “molto attento” a gestire “le diverse fasi dell’appalto ma facendo in modo di non comparire”