Telefonata Renzi-De Benedetti, denuncia del M5s al Parlamento Europeo

Nel gennaio 2015 il segretario del PD avrebbe comunicato in anticipo all'editore l'approvazione da parte del Governo di un decreto legge sulle banche popolari. L'attacco dei Cinque Stelle

Renzi

BRUXELLES – “La telefonata fra Renzi e De Benedetti è un chiaro esempio di come funziona in Italia l’informazione. Abbiamo denunciato al Parlamento europeo la commistione Pd-giornali-banche, un bubbone che soffoca la democrazia e la libertà dei cittadini”. Non usa mezzi termini l’eurodeputato Ignazio Corrao, coordinatore della campagna nazionale del Movimento 5 Stelle, per descrivere la vicenda

Scialfa, addio a Bianco per candidarsi in Forza Italia?

Se la corsa con FI venisse confermata, saremmo di fronte all'ennesimo esempio di una politica spregiudicata e arrivista pronta a tutto per una poltrona

CATANIA – Dimissioni dall’incarico di Assessore comunale in vista della candidatura alle elezioni per il Parlamento del prossimo 4 marzo. E fin qui, niente di nuovo in politica. Ma nell’addio di Valentina Scialfa alla Giunta di Enzo Bianco vi sarebbe un dettaglio non da poco. Come ripetono da alcuni giorni i ben informati, le dimissioni della

Bianco ufficializza la ricandidatura. E molla Renzi

Il primo cittadino conferma di voler correre alle Amministrative del prossimo giugno. E non risparmia critiche all'area renziana del Pd ai piedi dell'Etna

BIANCO

CATANIA – Arriva l’annuncio ufficiale sulla ricandidatura del sindaco Enzo Bianco. Il primo cittadino di Catania correrà per un quinto mandato alle Amministrative del prossimo giugno, a trent’anni di distanza dalla prima esperienza a Palazzo degli Elefanti nel 1988. “Mi sono imposto una pausa di riflessione in questi giorni di feste – ha detto Bianco

Il potere delle clientele. Giovani vecchi crescono

Confermato all'ARS con una valanga di vota, Luca Sammartino ha subito trovato il premio ottenendo la presidenza della Commissione Formazione

Le elezioni regionali hanno avuto due vincitori. Nello Musumeci, eletto Presidente della Regione, e Luca Sammartino, divenuto il deputato più votato della Sicilia. Per lui un’infinità di preferenze, oltre 32.500, conquistate specialmente nei quartieri polari e nell’hinterland catanese. In molte sezioni Sammartino è risultato il più votato, anche a confronto di veri e propri ras

ARS, votati i Presidenti di Commissione. Tutti i nomi

In Sala d'Ercole è stata definita la composizione delle Commissioni, in attesa di votare in questi minuti i Presidenti e i Vicepresidenti

PALERMO – Polemiche, ammiccamenti, rinvii. Alla fine, con qualche ora di ritardo, le Commissioni dell’Assemblea Regionale Siciliana sono state formate e i Presidenti sono stati eletti. Era stata convocata per questa mattina la seduta dell’ARS che avrebbe dovuto stabilire le Commissioni, dopo il rinvio pre-natalizio dovuto alla mancanza di un accordo in seno alla maggioranza

Stefano Parisi a tutto campo sul centrodestra siciliano: “Errore chiedere al PD i voti per Micciché”

Intervista esclusiva al leader di Energie PER l'Italia, che all'indomani delle Regionali siciliane non nasconde le perplessità sull'avvio della Legislatura

Parisi

MILANO. Nel 2016 è stato il primo a riunire intorno a sé il centrodestra per le Amministrative milanesi, perse per un soffio con il candidato del PD Beppe Sala. Dal giorno dopo si è messo a girare l’Italia con tre lampadine nel logo e in testa l’idea di un centrodestra diverso. Per molti è l’ennesimo “delfino” di

ARS, Miccichè eletto presidente al terzo tentativo Quattro voti più del previsto per lui dopo la bagarre

Il commissario siciliano di Forza Italia con 39 preferenze ha superato il quorum di 35 voti previsto nel terzo scrutino segreto ed è stato eletto, 11 anni dopo la prima esperienza, presidente dell'Assemblea regionale siciliana

PALERMO – Dopo le due fumate nere di ieri, Gianfranco Miccichè centra l’obiettivo. Il commissario siciliano di Forza Italia con 39 preferenze ha superato il quorum di 35 voti previsto nel terzo scrutino segreto ed è stato eletto, 11 anni dopo la prima esperienza, presidente dell’Assemblea regionale siciliana. I votanti sono stati 69. Su Margherita La

Ars, al via la XVII legislatura: ancora in bilico l’elezione di Miccichè

I 70 deputati chiamati a eleggere il presidente di Sala d'Ercole. Il centrodestra dispone di 36 voti, sufficienti al secondo scrutinio, ma un'assenza rende tutto più complicato

ricorsi

PALERMO – Si apre il sipario sulla diciassettesima legislatura dell’Ars. E’ da poco iniziata a Palazzo dei Normanni la seduta d’insediamento dei 70 deputati chiamati a eleggere il presidente di Sala d’Ercole. Poltrona ambita da Gianfranco Miccichè, che però dovrà fare i conti con i numeri risicati del centrodestra che dispone di 36 deputati. Nelle

Renzi in Sicilia dopo la batosta: “Indietro sulle infrastrutture ma il futuro è straordinario”

Il segretario dem è tornato per la prima volta sull'isola dopo la debacle del Partito Democratico e del centrosinistra alle elezioni regionali 

RENZI

CATANIA – Si è concluso oggi pomeriggio con la tappa a Scordia, nel catanese, la due giorni siciliana del segretario del PD Matteo Renzi. L’ex premier era sbarcato ieri a Messina per la conclusione ideale del tour del treno PD. Renzi ha toccato tutte le province siciliane, tornando per la prima volta sull’isola dopo la debacle

Battiati, per la Digos l’anziana interdetta non poteva firmare

E' quanto avrebbero verificato gli inquirenti, che nelle scorse ore si sono recati alla casa di cura per accertarsi delle condizioni della signora. Il ministro Minniti conferma le indagini

votare

SANT’AGATA LI BATTIATI (CATANIA) – La signora di 88 anni protagonista (suo malgrado) della vicenda di Sant’Agata li Battiati non poteva firmare. E’ quanto avrebbero verificato gli uomini della Digos, che nelle scorse ore si sono recati presso la casa di cura “Maria Regina” per accertarsi delle condizioni dell’anziana, nell’ambito dell’inchiesta avviata dalla Procura di Catania che indaga