Lo spirito di un giornalista

Ricordiamo il giornalista Pippo Fava, vittima della mafia che aveva denunciato, ripubblicando le parole di rabbia e d'amore rivolte alla sua professione

Nel giorno del trentatreesimo anniversario dell’uccisione del giornalista Pippo Fava (Palazzolo Acreide 1925 – Catania 1984), la redazione di Tribù sceglie di commemorare il martire di questa professione – falciato dalla mafia catanese che aveva contribuito a svelare e denunciare, con più sottigliezza di altri – ripubblicando l’editoriale con cui Fava, nel rispondere ad alcuni lettori, tracciò le linee guida della propria direzione al Giornale del Sud.

Anniversario omicidio Fava, al via le celebrazioni in memoria del giornalista ucciso dalla mafia

Catania ricorda il giornalista ucciso il 5 gennaio 1984

CATANIA – Era andato a prendere la nipotina a cui aveva trasmesso la sua passione per il teatro. Arrivato all’entrata del “Verga”, non fece però in tempo a scendere dalla sua Renault 5: fu investito da una pioggia di proiettili calibro 7,65, sparati sul finestrino dell’auto. Moriva così, in una fredda serata di pioggia alla