Catania, la Corte dei Conti decreta il dissesto. Debiti per 1,6 miliardi di euro

La notizia è arrivata a metà mattina, proprio nel giorno in cui il sindaco Salvo Pogliese e l’Assessore al Bilancio Giuseppe Bonaccorsi avevano programmato una conferenza stampa sullo stato delle finanze comunali. I giudici contabili hanno dichiarato il dissesto del Comune di Catania. Con un documento di settanta pagine che contiene anche l’esito dell’audizione dello

Sindaco in predicato. Lavora a Strasburgo ma gli manca Catania

Dopo aver rifiutato la Regione, pare scontato che Salvo Pogliese possa correre nel 2018 per la poltrona di sindaco di Catania

Per tutti ormai, è l’uomo che ha portato Silvio Berlusconi a Catania dopo quasi dieci anni di assenza. Come a dire che in Forza Italia Salvo Pogliese – ex AN convertito sulla via di Arcore ai tempi del Pdl – si è più che ambientato, facendone casa sua. Tra gli artefici del successo degli azzurri alle ultime Regionali – compreso

Catania, convegno del PPE su immigrazione e demografia

Al centro dell'incontro all'hotel Excelsior i temi caldi dell'accoglienza, dell'integrazione e della cittadinanza per i migranti 

PPE

CATANIA – Si è svolto oggi pomeriggio all’hotel Excelsior di Catania, davanti a un nutrito pubblico  il convegno “Ius soli, crisi demografica e immigrazione: le nuove sfide dell’Italia e dell’Europa” organizzato dal Ppe e da Forza Italia. Temi di stretta attualità, quelli affrontati nel corso dell’incontro alla presenza di esponenti regionali e nazionali di FI. Tra

“Ius soli, crisi demografica e immigrazione”: a Catania il convegno del PPE

Oggi all'hotel Excelsior i parlamentari europei Salvo Pogliese, Elisabetta Gardini e Alessandra Mussolini

IMMIGRAZIONE

CATANIA – Si terrà oggi pomeriggio alle 17, all hotel Excelsior di Piazza Giovanni Verga a Catania, il convegno “Ius soli, crisi demografica e immigrazione: le nuove sfide dell’Italia e dell’Europa”. Interverranno Salvo Pogliese, parlamentare europeo FI-PPE e coordinatore provinciale di Forza Italia, Elisabetta Gardini, europarlamentare e capo delegazione di Forza Italia nel PPE, e Alessandra Mussolini, parlamentare europeo

Bianco e gli altri. Sfida aperta per Palazzo degli Elefanti

All’ombra delle Regionali appena passate e delle Politiche incombenti, la sfida per la successione a Enzo Bianco è già cominciata. E potrebbe riservare sorprese

CATANIA. Mentre si smaltisce l’ubriacatura delle Regionali e già si prepara una nuova bevuta per le Politiche, qualche bottiglia viene messa da parte anche per le Amministrative catanesi di giugno 2018. All’ombra degli altri appuntamenti, anzi, la sfida per la successione a Enzo Bianco è già aperta. E la battaglia promette scintille. Il primo candidato

Sondaggio SWG, Bianco batte tutti. 6 catanesi su 10 non seguono la politica

Secondo la rilevazione dell'istituto demoscopico oltre la metà dei catanesi non sarebbe informata sui fatti della propria città

SWG

CATANIA – Sei catanesi su dieci non sono informati sui fatti della propria città. E rispondono “poco” o “molto poco” alla domanda: “Lei in che misura direbbe di essere informato sui fatti, anche politici, che riguardano il Comune di Catania?”. C’è anche questo nel sondaggio della SWG diffuso nelle scorse ore dall’Amministrazione catanese, nel quale

M5s all’attacco sul Caf Bertolo: “Fa propaganda per il candidato di Musumeci”

Secondo i portavoce siciliani del Movimento il CAF puntese svolgerebbe propaganda politica in favore del candidato di Forza Italia all'Ars Dario Daidone

Caf

CATANIA – “Forza Italia fa propaganda politico-elettorale attraverso il CAF Bertolo di San Giovanni La Punta (Catania). Siamo al ‘clientelismo fiscale’ dei sostenitori di Musumeci?”. E’ quello che si chiedono in un’interrogazione parlamentare depositata in queste ore i portavoce siciliani del Movimento 5 Stelle Nunzia Catalfo, Mario Michele Giarrusso, Ornella Bertorotta, Vincenzo Santangelo e Giulia Grillo. Secondo

Asaec-antiestorsione: “Gravi frasi di Pellegrino, la mafia a S. Cristoforo esiste”

Arriva il commento dell'associazione antiracket sulla vicenda della candidatura all'ARS del consigliere già segnalato dalla Commissione regionale antimafia

Asaec

CATANIA – Arriva la presa di posizione dell’associazione Asaec-Antiestorsione di Catania sulla vicenda della candidatura all’ARS del consigliere catanese Riccardo Pellegrino, che da alcuni giorni agita le acque del centrodestra catanese.  La questione era stata sollevata nei giorni scorsi da un articolo del nostro giornale, che aveva ricordato come il nome di Pellegrino comparisse insieme a quello

Pellegrino vs Musumeci: “Se sono mafioso io lo è anche lui”

Il candidato all'ARS con Forza Italia non molla e attacca il candidato governatore: "Nel 2012 scese a San Cristoforo e prese settecento voti come me"

  CATANIA – “Ha preso i voti dove li ho presi io. Se sono mafioso io, è mafioso anche Nello Musumeci”. E’ l’attacco del candidato all’ARS Riccardo Pellegrino – “33 anni, il più giovane delle liste di Forza Italia in Sicilia!”, dicono orgogliosamente i suoi – verso il presidente designato della sua coalizione. Ieri mattina Musumeci

Musumeci su Pellegrino si raccomanda a Forza Italia e Pogliese addirittura lo difende. Mah!

Il caso del consigliere catanese già segnalato dalla Commissione Regionale Antimafia imbarazza il centrodestra catanese

Pellegrino

CATANIA – “Non ho nulla da aggiungere a ciò che ho detto al Fatto. Può prendere quella dichiarazione e copiarla”. Sono le parole di Nello Musumeci sul “caso Pellegrino” sollevato da Tribù, ripreso in queste ore dalla stampa nazionale. Sul tavolo la candidatura del consigliere comunale Riccardo Pellegrino alle prossime Regionali. Con Forza Italia, nella coalizione che sostiene Musumeci. Colui che