Calcestruzzi Ericina Libera, 20 anni a testa alta nonostante gli sgambetti della mafia

È l'unica ditta di calcestruzzo in tutto il Mezzogiorno a recuperare gli scarti e trasformarli in risorsa

L’azienda finisce sotto sequestro nel 1996 e viene confiscata definitivamente quattro anni dopo. In un giorno apparentemente come tanti, gli 11 lavoratori trovano i sigilli ai cancelli dell’azienda. Gli inquirenti non hanno dubbi: a gestirla era la mafia. Oggi è un esempio virtuoso per tutto il Meridione