Regione, la dirigente dell’Anticorruzione indagata per peculato

Luciana Giammanco da commissario della Provincia di Trapani si sarebbe appropriata di 25.753 euro. Indagata anche Silvia Coscienza, dirigente dell'Osservatorio sui Rifiuti

PALERMO – Luciana Giammanco, la dirigente del dipartimento regionale Funzione pubblica alla guida dell’Anticorruzione della Regione Siciliana, è indagata per peculato insieme a Silvia Coscienza, dirigente dell’Osservatorio regionali sui Rifiuti. Entrambe a fine ottobre hanno ricevuto un avviso di conclusione delle indagini firmato dal sostituto procuratore della Repubblica di Palermo, Luca Battinieri. Secondo l’accusa avrebbero ottenuto compensi

Riscossione, Fiumefreddo presenta esposto su voto Ars

L'amministratore della partecipata: "Dai verbali risultano presenti 61 deputati, ma sono stati espressi 51 voti"

riscossione

PALERMO – Antonio Fiumefreddo, come annunciato, ha presentato un esposto-denuncia al Procuratore distrettuale della Repubblica di Palermo, Francesco Lo Voi, chiedendo l’acquisizione del verbale stenotipico e della documentazione relativi alla votazione con cui l’Ars nella seduta di martedì 9 agosto ha dato il via libera alla liquidazione di Riscossione Sicilia e la sua immediata decadenza come

Allarme incendi a Catania: le riprese esclusive di Tribù

La Procura di Palermo indaga su eventuali inadempienze della Regione. Numerosi roghi nel circondario etneo. Inviate le vostre segnalazioni a Tribù

Incendi

La Sicilia, da giorni alle prese con un’ondata di caldo record, continua a bruciare. Secondo i dati della Protezione civile, al momento, sono 125 gli incendi divampati. I roghi più estesi interessano le zone di Priolo, Catania, San Mauro Castelverde (Palermo) e San Vito Lo Capo (Trapani)

Trapani, si allarga l’inchiesta “Mare Monstrum”: indagato Franza

L'armatore messinese è indagato per concorso in corruzione di un carabiniere

trapani

MESSINA – Arriva fino in riva allo Stretto l’inchiesta “Mare monstrum” della Procura di Palermo su un giro di tangenti sui fondi riguardanti il trasporto marittimo a Trapani. In coincidenza con l’interrogatorio dell’armatore Ettore Morace, è stato aperto un nuovo filone che vede indagati l’armatore messinese Vincenzo Franza e il presidente della società Navigazione generale italiana spa

Ars, inchiesta “Spese pazze”: archiviazione per 45 deputati

Escono dall'inchiesta, tra gli altri, Ardizzone, Cracolici e l'ex governatore Lombardo

lombardo

PALERMO – Archiviata la posizione di 45 deputati ed ex capigruppo all’Ars coinvolti nell’inchiesta della Guardia di Finanza sulle cosiddette “Spese pazze” all’Assemblea regionale siciliane nella precedente legislatura (dal 2008 al 2012). Lo ha deciso il gip di Palermo che ha accolto la richiesta dei sostituti procuratori di Palermo Maurizio Agnello, Sergio Demontis e Luca

Nuovo terremoto politico a Trapani, arrestato il deputato Girolamo Fazio

In manette anche l'armatore Ettore Morace e il funzionario della Regione Giuseppe Montalto

TRAPANI – E’ sempre più bufera sulla campagna elettorale di Trapani. All’indomani della richiesta della Dda di soggiorno obbligato per il candidato sindaco di Forza Italia Antonio D’Alì, un’operazione della Procura di Palermo ha portato all’arresto del deputato regionale Girolamo Fazio, anch’egli candidato a sindaco, del funzionario della Regione Siciliana Giuseppe Montalto e dell’armatore Ettore

Firme false M5s, udienza preliminare rinviata al 26 maggio

Claudia La Rocca: "Se rinviata a giudizio non mi ricandiderò all'Ars"

m5s

PALERMO – E’ durata solo pochi minuti la prima udienza preliminare per l’indagine sulle firme false del M5S di Palermo. Dopo aver rigettato la richiesta di un legale degli imputati oggi assente per motivi di salute, il gup Nicola Aiello ha comunque deciso di rinviare l’udienza al prossimo 26 maggio. La decisione è stata presa

Firme false M5s, chiesto il processo per 3 deputati nazionali

La procura di Palermo chiede il rinvio a giudizio per 14 indagati

m5s

Secondo l’accusa alla vigilia della presentazione delle liste per le comunali del 2012 nella sede di un meet up nei pressi del porto di Palermo, vennero ricopiate 1.400 firme, così come accertato dalla Digos.

Blitz antidroga allo Zen 2, smantellata banda di trafficanti e spacciatori: 24 arresti

L'attività documentata in libri contabili tenuti da una donna

Le indagini dei carabinieri hanno accertato che una regia comune guidava l’operato dei singoli pusher che avevano veri e propri turni di lavoro: mattina, pomeriggio, sera e notte. Ad ogni cambio turno, seguiva un “passaggio di consegne” – con il conteggio e l’eventuale ripartizione delle dosi avanzate e del denaro ricavato – tra i pusher