Un “impresentabile” all’Assessorato all’Agricoltura?

L'eredità imbarazzante deriverebbe dal padre Gaetanocondannato definitivamente nel 2005 per l'accusa di avere acquistato voti da un boss 

AGRICOLTURA

PALERMO – A due mesi dalla Regionali siciliane il capitolo “impresentabili” non si è ancora chiuso. A tornare sui candidati che tanto hanno imbarazzato il centrodestra – molti dei quali eletti e insediati in ruoli di governo – è il Fatto Quotidiano in edicola oggi, che in un prezzo a firma di Giuseppe Lo Bianco punta i

Impresentabili,dall’Antimafia un’inutile lista di proscrizione

A quasi un mese dalle elezioni che hanno consacrato Nello Musumeci nuovo Presidente della Regione, ecco i nomi della Commissione Antimafia, un Commissione sempre più politica e sempre meno credibile

ROMA – “Impresentabili”. Uno dei leit motiv della campagna elettorale per le Regionali del 5 novembre, dominata dal dibattito sulle liste pulite e sulle candidature più o meno discutibili dei partiti, specie nella coalizione di centrodestra (ma anche il centro sinistra e il Movimento Cinque Stelle in corso d’opera avevano mostrato qualche candidatura “a rischio”).

Berlusconi ci ripensa: sarà a Catania il 2 novembre

Dopo i tira e molla della scorsa settimana, secondo le agenzie di stampa giovedì 2 novembre il leader azzurro sarà ai piedi dell'Etna per una convention in sostegno di Nello Musumeci

CATANIA – Sì, no, forse. Se la salute politica di un leader si misurasse dalla sua capacità di cambiare programma in corsa, Silvio Berlusconi sarebbe ancora il numero uno. Dopo i tira e molla della scorsa settimana, con l’incontro di sabato 28 alle Ciminiere di Catania spostato per motivi d’agenda, e la tappa di Palermo dell’indomani rinviata

Berlusconi pianta in asso Musumeci e i catanesi. Spostato a Palermo il duello con Grillo (e Salvini)

Niente grande ritorno a Catania per il Cav, che preferisce una convention palermitana con Micciché. Sullo sfondo la polemica sugli "impresentabili"

Berlusconi

CATANIA – Un po’ di delusione c’è. “Comu, non veni Bellusconi? Ammenu n’ arrialava ‘n pocu di soddi!“, commentano dalle parti di villa Pacini alla notizia, diffusa oggi pomeriggio, della cancellazione della visita del leader di Forza Italia a Catania. Un appuntamento attesissimo, quello di sabato 28, con il Cavaliere a sostenere Nello Musumeci alle Ciminiere per tirare la

Inchiesta Priolo, revocati i domiciliari a Rizza

Il Gip del Tribunale di Siracusa Giuseppe Tripi ha disposto il divieto di dimora a Priolo per l'ex sindaco, arrestato sabato scorso per truffa e turbativa d'asta 

PRIOLO GARGALLO (SIRACUSA) – Tutto secondo i piani. Il Gip del Tribunale di Siracusa Giuseppe Tripi ha revocato i domiciliari all’ormai ex sindaco di Priolo Antonello Rizza, arrestato una settimana fa per truffa e turbativa d’asta nell’ambito dell’operazione “Res publica”, che ha svelato un “consolidato sistema di illegalità diffuso all’interno e all’esterno dell’amministrazione comunale priolese”. 

Sindaco di Priolo in manette, Giarrusso: “Su impresentabili Musumeci ha la faccia di bronzo”

Il senatore pentastellato, membro della Commissione Nazionale Antimafia, commenta ai microfoni di Tribù l'arresto del primo cittadino priolese Antonello Rizza

Bindi

Il suo nome compariva da tempo in cima alla lista degli “impresentabili” candidati all’Assemblea Regionale Siciliana. Quattro processi in corso e ventidue capi d’imputazione per reati gravissimi – tentata concussione, corruzione elettorale, tentata violenza privata, associazione a delinquere, falso in atto pubblico, truffa, intralcio alla giustizia, tentata estorsione, turbata libertà di scelta del contraente – non avevano impedito ad Antonello Rizza, sindaco di Priolo Gargallo, di candidarsi con Forza Italia per un posto da deputato regionale all’ARS.