Furto in casa di Paolo Borrometi: presi hard disk e documenti

Il raid è avvenuto a Roma, dove il cronista ragusano vive sotto scorta per le minacce arrivate dopo le sue inchieste sul Comune di Scicli e su racket e traffici illeciti che ruotano attorno al mercato di Vittoria

paolo borrometi

ROMA – Rubati l’archivio digitale e alcune carte delle inchieste sulla mafia realizzate dal giornalista ragusano Paolo Borrometi. Il furto è avvenuto nella casa romana di Borrometi, che da alcuni anni vive scortato nella Capitale per le minacce arrivate dopo le sue inchieste sui traffici illeciti che ruotano attorno al mercato ortofrutticolo di Vittoria, sullo scioglimento per

Crocetta contro il PG Zingale: “Non faccia il politico”

Il governatore replica al Procuratore generale della Corte dei Conti che ha annunciato di impugnare la parifica del rendiconto generale 2016: "Rischia di provocare il dissesto"

PALERMO – Rosario Crocetta replica a muso duro al procuratore generale della Corte dei conti Pino Zingale che ha annunciato di voler impugnare la parifica del rendiconto generale della Regione siciliana per il 2016. “L’azione di scrivere al Parlamento è un inaccettabile azione politica e non giudiziaria. Se Zingale vuole fare ricorso lo faccia nelle forme

Messina, nuovo porto di Tremestieri: in arrivo 70 milioni

La Regione Siciliana ha firmato il decreto di finanziamento: Crocetta: "I lavori possono partire subito"

MESSINA – Dopo anni di attesa, si sblocca l’iter per il nuovo porto di Tremestieri con annessa piattaforma logistica. L’assessore regionale alle Infrastrutture, Luigi Bosco, ha firmato il decreto di finanziamento per la realizzazione dell’opera. “Sono stati accreditati 70 milioni euro per il porto di Tremestieri, possono partire immediatamente i lavori”, dicono in una nota

Regione, da Corte dei Conti ok al bilancio. E Crocetta si ricandida

Nonostante i rilievi del procuratore generale arriva la parifica al rendiconto 2016. Rilevata anomalia sul fondo delle Partecipate, in particolare dell'Ast

corte dei conti

PALERMO – E’ restato a lungo in bilico, ma al termine di una lunga giornata è arrivato il tanto sospirato e sperato via libera. La sezione riunite di controllo della Corte dei Conti ha parificato il rendiconto generale della Regione Sicilia per il 2016, rilevando come unica anomalia il fondo per la partecipate, in particolare relativamente ai

Regionali, Crocetta: “Non siamo colonia, decideranno i siciliani”

Messaggio video su Facebook del governatore. Domenica il nome del candidato M5s: nove in corsa

crocetta

PALERMO – Rosario Crocetta torna a far sentire la sua voce in ottica elezioni Regionali. “Sicuramente non saranno quelli di Milano, che in Sicilia hanno fatto affari con gli appalti, con la sanità, con le Consip, a decidere il futuro della Sicilia. Non saranno neppure i politici di Roma a decidere. Il nuovo presidente della Regione

Regione, il PG della Corte dei Conti: “Irregolarità nel Bilancio 2016”

Sospesa l'approvazione del rendiconto 2016 in attesa delle controdeduzioni. Crocetta: "Il mio governo ha evitato il dissesto"

regione

PALERMO – Per la prima volta nella storia, la Corte dei Conti non ha “parificato” il bilancio della Regione Siciliana, sospendendo il giudizio. Il procuratore generale, Pino Zingale, durante la requisitoria ha chiesto infatti ai giudici contabili di non approvare il rendiconto generale per il 2016  perché presenterebbe delle irregolarità.  Nel corso della seduta di

Trapani, Crocetta: “Il Consiglio comunale può insediarsi”

Per la carica di commissario prende quota il nome di Francesco Messineo, ex procuratore di Palermo

trapani

PALERMO – Continua a tenere banco il caso della mancata elezione del sindaco di Trapani per il mancato raggiungimento del quorum. Sulla questione relativa all’insediamento del consiglio comunale interviene il governatore Crocetta secondo il quale il senato cittadino può insediarsi. “Non sono d’accordo sulle valutazioni fatte da molti in questi giorni, che la mancata elezione

Regione: Crocetta perde pezzi, il centrodestra resta spaccato

Lasciano la Giunta gli assessori Centristi e di Ap. Miccichè a Musumeci: "No a ultimatum, se vuoi candidati. Io lavoro per un nome unitario"

regione

CATANIA – I Centristi per la Sicilia e Alternativa popolare escono dal governo della Regione. Miccichè risponde piccato a Musumeci. Archiviate le Amministrative dell’11 giugno, la politica siciliane torna a fibrillare: da una parte la crisi della Giunta Crocetta ; dall’altra quella della coalizione, o presunta tale, del centrodestra. Nelle prossime ore sono attese le dimissioni di Giovanni Pistorio e

Pistorio non lascia, aut aut di Crocetta: “Dimettiti o procedo d’ufficio”

Tensione nella Giunta regionale: sempre ai ferri corti l'assessore alle Infrastrutture e il governatore

crocetta

PALERMO – Continua lo scontro tra Rosario Crocetta e Giovanni Pistorio. “Non mi dimetto. Io non ho fatto niente. Non sono indagato. Qualcun altro lo è”, afferma l’assessore regionale alle Infrastrutture replicando alla richiesta di dimissioni avanzata ieri dal governatore dopo la diffusione di nuove intercettazioni dell’inchiesta “Mare Monstrum”, che ha travolto le elezioni comunali di

Trapani, si allarga l’inchiesta “Mare Monstrum”: indagato Franza

L'armatore messinese è indagato per concorso in corruzione di un carabiniere

trapani

MESSINA – Arriva fino in riva allo Stretto l’inchiesta “Mare monstrum” della Procura di Palermo su un giro di tangenti sui fondi riguardanti il trasporto marittimo a Trapani. In coincidenza con l’interrogatorio dell’armatore Ettore Morace, è stato aperto un nuovo filone che vede indagati l’armatore messinese Vincenzo Franza e il presidente della società Navigazione generale italiana spa