I Ros sequestrano beni per 8 milioni alla “cellula” messinese dei Santapaola

Il provvedimento del GIP colpisce il patrimonio Vincenzo Romeo, nipote del boss catanese, Pasquale Romeo e Biagio Grasso arrestati a luglio nell'ambito dell'operazione "Beta"

MESSINA – Società e beni per un valore di circa 8 milioni di euro sono stati sequestrati dai Carabinieri del Ros a Vincenzo Romeo, Pasquale Romeo e Biagio Grasso, arrestati nel luglio scorso nell’ambito dell’operazione “Beta”, a carico di 30 persone, gravemente indiziati, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione di

Messina, blitz DIA: sigilli alla clinica Cappellani

L'operazione della DIA messinese, con il supporto del Centro Operativo di Catania e dalla Guardia di Finanza

MESSINA – Dalle prime ore del mattino, personale della Dia di Messina, supportato dal Centro operativo di Catania, e militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza dello Stretto, a conclusione di indagini coordinate dal procuratore Maurizio De Lucia, stanno sequestrando un ingente patrimonio immobiliare, per un valore di 10 milioni di euro, destinato

Taormina, ‘pizzo’ a imprenditori: in manette 2 esponenti del clan Brunetto

Gli sviluppi dell''operazione "Good Easter" dei carabinieri

TAORMINA (MESSINA) – Nuovi sviluppi nell’ambito dell’operazione “Good Easter” che nello scorso aprile portò in carcere 4  esponenti di spicco di “cosa nostra”, componenti di un’organizzazione  che imponeva il pizzo nell’area taorminese soprattutto alle rivendite di autovetture. I carabinieri di Taormina hanno notificato, in carcere, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del

Mafia a Messina: chi è Carlo Borella, il ras degli appalti sfuggito alla cattura

Ascesa e caduta dell'ex presidente dell'Associazione dei costruttori messinese

MESSINA – La mafia che si inabissa. Che preferisce il “basso profilo”, mettendo da parte gli atti criminali eclatanti, perchè vuole sedersi al tavolo che conta, quello degli affari “leciti”. Cosa nostra in versione 2.0 si serve allora di quello che dovrebbe essere il volto pulito della società: funzionari pubblici, imprenditori e professionisti che diventano attori principali

Le mani di Santapaola su Messina: nomi e foto degli arrestati

L'operazione dei Ros coordinata dal procuratore aggiunto Sebastiano Ardita

MESSINA – Le mani della famiglia mafiosa Santapaola sulla città di Messina. Lo si sospettava da tempo. Ma solo oggi si è avuta la conferma, grazie all’operazione “Beta” dei carabinieri del Ros e del comando provinciale che all’alba ha portato in carcere imprenditori e funzionari pubblici in un’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto di Messina Sebastiano

Messina, colletti bianchi al servizio dei Santapaola

L'operazione svela la presenza nella città dello Stretto di una cellula del clan catanese  LE FOTO DEGLI ARRESTATI

  MESSINA – Le mani della famiglia mafiosa Santapaola sulla città di Messina. Lo si sospettava da tempo. Ma solo oggi si è avuta la conferma, grazie all’operazione “Beta” dei carabinieri del Ros e del Comando provinciale che all’alba ha portato in carcere imprenditori e funzionari pubblici in un’inchiesta coordinata dal Procuratore aggiunto di Messina Sebastiano Ardita. Associazione mafiosa,

Antimafia, il direttore della Dia a Messina

Tracciato il bilancio dell'ultimo anno di attività della sezione operativa

dia

MESSINA – Operazione “Tekno”, accessi ai cantieri del G7 e monitoraggi degli appalti pubblici. E ancora oltre 43 milioni di euro di patrimoni mafiosi aggrediti. Questi i principali risultati dell’ultimo anno di attività della sezione operativa della Dia di Messina illustrati nel corso della visita del direttore della Direzione Investigativa Antimafia, Nunzio Antonio Ferla. Nell’occasione, alla

Formazione, Genovese condannato a 11 anni

Accolta la richiesta del procuratore aggiunto Ardita

Il parlamentare nazionale di Forza Italia, ex Pd, Francantonio Genovese, è stato condannato dal Tribunale di Messina nel processo scaturito dall’operazione “Corsi d’oro” per una presunta truffa alla Regione siciliana sulla formazione professionale. Tre anni e sei mesi di reclusione per il cognato di Genovese, Franco Rinaldi, ex deputato regionale del Pd e ora Fi

Corruzione elettorale, a giudizio Genovese e Rinaldi

L'inchiesta della Procura di Messina, alla sbarra altri 42 indagati

MESSINA – Il parlamentare nazionale Francantonio Genovese e il cognato Franco Rinaldi, deputato regionale, entrambi ex Pd ora in Forza Italia, sono stati rinviati a giudizio per corruzione elettorale nell’ambito dell’operazione “Matassa” della Dda di Messina. Rinviati a giudizio anche altri 42 indagati tra i quali il consigliere comunale Paolo David,anch’egli ex Pd ora in Fi,