Pubbliservizi in rosso: mezzi restano senza gasolio

La denuncia del segretario Ugl Giovanni Musumeci: "Attività ridotte al minimo, temiamo per le sorti della Partecipata. Intervenga il Prefetto"

pubbliservizi

CATANIA – Nubi sempre più minacciose sul futuro della Pubbliservizi. Il mancato via libera al Piano di rilancio, da parte  dell’assemblea dei soci per la mancanza dei fondi utili necessari alla ricapitalizzazione, si riflette gioco forza sulla gestione quotidiana della Partecipata dalla Città Metropolitana di Catania “L’attività è quasi ridotta al minimo possibile”, denuncia in una

Pubbliservizi, Ugl a Ontario: “Dov’è il piano di rilancio?”

Chiesto l'intervento della socio unico e del Prefetto. Tra una settimana l'assemblea dei soci in cui si dovrebbe procedere alla ricapitalizzazione della Partecipata  

pubbliservizi

CATANIA – “La fatidica data del 5 settembre, indicata dall’amministratore di Pubbliservizi Silvio Ontario, come quella in cui, durante l’assemblea dei soci, chiederà la ricapitalizzazione della società è ormai in dirittura d’arrivo. Ma il piano di rilancio dov’è?”. E’ l’interrogativo posto dal segretario generale territoriale della Ugl etnea, Giovanni Musumeci, ed il segretario provinciale della

Pubbliservizi, Ugl attacca Ontario: “Calpesta i diritti dei lavoratori”

Il sindacato: "Stop a provvedimenti al buio, si torni alla contrattazione e chiarezza su situazione finanziaria"

pubbliservizi

CATANIA – Tornano a salire ansia e malumore tra i 400 dipendenti della Pubbliservizi. Alla base delle preoccupazioni dei lavoratori della Partecipata dalla Città metropolitana di Catania (ex Provincia) due provvedimenti adottati dall’amministratore unico Silvio Ontario il quale, denuncia l’Ugl, evidenziando il grave momento di crisi finanziaria dell’ente, ha disposto la chiusura degli uffici amministrativi e

Pubbliservizi, Silvio Ontario è il nuovo amministratore unico

E' stato nominato dall'assemblea dei soci

pubbliservizi

Ontario, 43anni, imprenditore e presidente regionale dei giovani imprenditori di Sicindustria, già responsabile per il Mezzogiorno ed ex ufficiale della Marina Militare. Adesso si attende l’arrivo del parere del professore Marcello Clarich che permetterà di iniziare il percorso di trasformazione della Partecipata in azienda speciale.